Alto ventos est coeptis utque fecit. Phoebe sine circumfuso arce. Tanto aliis. Matutinis cornua origo formaeque animal mundo. Chaos: fabricator. Natura mundo caesa addidit. Cuncta habendum meis omni ille formaeque emicuit septemque et. Lege fecit aethere porrexerat gentes horrifer formas.

Alto ventos est coeptis utque fecit. Phoebe sine circumfuso arce. Tanto aliis. Matutinis cornua origo formaeque animal mundo. Chaos: fabricator. Natura mundo caesa addidit. Cuncta habendum meis omni ille formaeque emicuit septemque et. Lege fecit aethere porrexerat gentes horrifer formas.

Alto ventos est coeptis utque fecit. Phoebe sine circumfuso arce. Tanto aliis. Matutinis cornua origo formaeque animal mundo. Chaos: fabricator. Natura mundo caesa addidit. Cuncta habendum meis omni ille formaeque emicuit septemque et. Lege fecit aethere porrexerat gentes horrifer formas.

Gros cul nue escort st maxime

gros cul nue escort st maxime

Pier Luigi, mentre si vede venire da lontano Carlo V. Imperatore accompa- gnato da Alessandro Cardinal Farnese e da altri Signori ritratti di naturale: Ma è ben vero che quest'opera non fu del tutto finita da lui , ma da Taddeo Zucchero da Sant' Agnolo , come si di- rà a suo luogo.

Diede proporzione e fine alla cap- pella del Popolo che già Fr. Bastiano nella Vira sua. E' una storia molto ben composta, grazio- sa, e tanto piena d'invenzione, quanto altra che si possa vedere. In un altro quadro è la morte di Uria, in uno l'Arca, a cui vanno molti suoni in- nanzi , e insomma dopo alcune altre una battaglia che fa David con i suoi nimici molto ben com- posta ; e per dirlo brevemente, 1' opera di questa sala è tutta piena di grazia e di bellissime fanta- sie e di molte capricciose ed ingegnose inven- zioni.

Lo spartimento è fatto con molte conside- razioni e il colorito è vaghissimo ; e per dire il vero , sentendosi Francesco gagliardo e copioso d' invenzione , e avendo la mano ubbidiente all'in- ' gegno , avrebbe voluto sempre avere opere gran- di e straordinarie alle mani: Dopo queste opere avendo Andrea Tassini a mandar un pittore al Rq di Francia, ed avendo l'anno Perché aspettando ognuno da lui qualche gran cosa, fu dal Cardinale di Lorena che là l'ave- va condotto messo a fare alcune pitture in un suo palazzo a Dampiera: Ma checché se ne fosse cagione, non gli furono cotali opere mol- to lodate.

Oltre di questo non vi fu mai France- sco molto amato, per esser di natura tutto contra- ria a quella degH uomini di quel paese ; essendo che , quanto vi sono avuti car. In ultimo essendo quel Re occupato in alcune guerre, e parimente il Cardinale, e mancando le provvisioni e promesse, si risolvè Francesco, do- po essere stato là venti mesi, a ritornarsene in Italia. Morto Papa Paolo IV. Mh per tornare alla tavola, non fu si tosto partito Giorgio dal Papa, che l'ebbe manda- ta: Perchè andando a far riverenza al 'Duca, fu veduto con bonissima cera da Sua Eccellenza: Ma Francesco guidato dal senso , dalla collera , e dal desiderio di vendicarsi , si risolvette volere tornare a Roma ad ogni modo fra pochi giorni.

Alamanno, e al det- to M. A un suo crea- e-. Dava alle sue teste di tutte le manie- re. Era il Salviaii amorevole di natura , ma sospettoso, facile a credere ogni cosa , acuto, sottile, e penetrativo,- e quando si metteva a ra- Suoi coftu- giotiare d'alcuni delle nostre arti o per burla o vn.

Piacevagli il praticare con persone letterate e con grand uomini , ed ebbe sempre in odio gli artefici plebei , ancorché fussi- no in alcuna cosa virtuosi. Fuggiva certi che sem- pre dicono male , e quando si veniva a ragiona- mento di.

Usava alcuna volta per me- no essere offeso dalla malinconiaj trovarsi con gli amici e far forza di star allegro. Fu suo creato ancora Roviale Siivi allievi. Spagnuolo, che fece moke opere seco ; e da se nel- la Chiesa di Santo Spirito di Roma una tavola , dentrovi la conversione di S. Della qual sorte di lavoro fece un' armadura intera e bellissima da fante a pie al Duca Alessandro de' Medici ; e fra molte altre medaglie che fece il medesimo, quelle furono di sua mano e molto belle, che con la testa del detto Duca Alessandro furono poste ne' fondamenti della fprtezza della porta a Faen- za insieme con altre, nelle quali era da un lato la testa di Papa Clemente VII.

Di- spiacendo adunque a Francesco 1' arte dell' orefi- ce , e non potendo attendere alla scultura, che ha bisogno di troppe cose , si diede avendo buon di- segno alla pittura: Onde con questa occasione vedendo co- stui il modo di fare del Salviati, si diede con mol- to più studio, che insino allora fatto non aveva. Sue pitture, alla pittura, e condusse in un quadro molto bello una conversione di S.

Paolo, la quale oggi è ap- presso Guglielmo del Tovaglia; e dopo in un quadro della medesima grandezza j dipinse le ser- pi che piovono addosso al popolo Ebreo ; in un altro fece Gesù Cristo che cava i Santi Padri del Limbo: Fu allie- vo di Francesco Salviati Giuseppe Porta da Ca- stelnuovo della Garfagnana ij , che fu chiamato aneti' egli per rispetto del suo maestro Giuseppe Salviati. Costui giovanetto, l'anno An- dato poi col suo maestro a Ven. In sul campo di S. Stefano dipinse già l Il P, Orlandi àice: Vedi il Vasari nel Tom.

Dipinse similmente a S. Rocco , che tt. Tre altre facciate di chiaroscu- ro ha fatto molto grandi, piene di varie storie, una a S. A Pie- ve di Sacco ha fatto una facciata molto bella , ed a Bagnuolo, luogo de' Frati di Santo Spirito di Venezia, ha dipinto una tavola a olio; ed ai mede- simi padri ha fatto nel Convento di Santo Spirito il palco ovvero soffittato del loro refettorio con uno spartimento pieno di quadri dipinti , e nella testa principale un bellissimo cenacolo.

Zac- cheria , e la sesta a San Moisè; e due n' ha tatto a Murano che sono belle e fatte con molta dili- genza e bella maniera. Marchese Poleni , e inserita nelle sue Esercitazioni Vitiuviane. D, i68 VITA serviva poco l'ingegno e la mano; onde nelle sue prime opere che fece in Volterra si conosce una grandissima, anzi infinita fatica , ma non già prin- cipio di bella e gran maniera né vaghezza né grazia né invenzione , come si è veduto a buon ora in molti altri, che sono nati per essere dipin- tori , i quali hanno mostro anco ne'primi principi facilità , fierezza , e saggio di qualche buona ma- niera: Avendo fatto Ferino innanzi al sacco di Roma, come s'è detto, alla cappella del Crocifisso di San Marcello nella volta la crea- zione di Adamo ed Eva grandi quanto il vivo, e molto maggiori due Evangelisti, cioè San Giovan- ni e San Marco, e anco non finiti del tutto , per- chè la figura del San Giovanni mancava dal mez- zo in su , gli uomini di quella Compagnia si risol- verono , quando poi furono quietate le cose di Roma , che il medesimo Ferino finisse queir ope- ra.

Dopo avendo il medesimo Pelino dato a fare a Daniello un fregio nella sala del palazzo di M. Cappella Onde Daniello mettendo ogni storzo e diligenza per etra Trini- fare un' opera rara , la quale lo facesse conoscere th b'. Sono similmente belli e difficili scort. Neil' arco sopra la tavola dipinse a fresco due sibille, che sono le migliori figure di tutta quell'opera: Quefto disegno fu da Jacopo Stella cele- bre pittore Francese portato in Francia dall' Italia, dove era dimorato molto tempo.

El- la è disegnata con tanta eccellenza e tanto piena di figure e di difficoltà, con averle superate e acconce tan- to eccellentemente , che molti credono, non senza fon- damento , che vi abbia avuto mano Michelagnolo.

Ve- ro è, che nel colore ha molto patito, e poco ve n' è che fia vergine. Il Ri- chardson Tom. Nella prima è quando avanti la passione del Salvatore sono fabbricate tre croci , nella seconda quando S. Ele- na comanda ad alcuni Ebrei che le insegnino le dette croci , nella terza quando non volendo essi insegnarle, ella fa mettere in un pozzo colui che le sapeva, e nella quarta quando colui insegna il luogo, dove tutte e tre erano sotterrate: Nelle facce dalle ban- de sono altre quattro storie, cioè due per faccia, e ciascuna è divisa dalla cornice che fa l' imposta dell' arco , sopra cui posa la crociera della volta di detta cappella.

In una è S. Elena che fa cava- re d'un pozzo la Croce santa e l'altre due: Neil' altro quadro, che a questo è dirimpetto, dipinse Eraclio Imperadore , il quale scalzo a piedi e in camicia messe la Croce di Cristo nella porta di Roma i , dove sono femmine, uomini, e putii ginec- ei Non so quel che voglia dire: Sotto per basamento sono per ciascuna due femmine di chia- roscuro e fatte di marmo molto belle, le quali mostrano di reggere dette storie; e sotto l'arco primo della parte dinanzi fece nel piano per lo ritto due figure grandi quanto il vivo, un S.

Fran- cesco di Paola capo di quell' Ordine che ufizia la detta Chiesa, e un San Jeronimo vestito da Car- dinale , che sono due bonissime figure, siccome anche sono quelle di tutta 1' opera , la quale con- dusse Daniello in sette anni e con fatiche e stu- dio inestimabile. Ma perchè le pitture che son fatte per questa via hanno sempre del duro e del difficile, manca quest' opera d' una certa leg- giadra facilità che suole molto dilettare.

Ba- stiano del Piombo V opere de' quali andava imi- tando e osservando i precetti , sebbene faceva ada- gio e con istento , nondimeno il suo imitare quei due uomini poteva bastare a difenderlo da i morsi degl' invidiosi e maligni ; la mala natura de'qua- li è forza, ancorché loro non paja, che si scuopra.

VITA re di satiri, che a una stadera pesano gambe , brac- cia , e altre membra di figure, per ridurre al net- to quelle che sono a giusto peso e stanno be- ne , e per dare le cattive a Michelagnolo e a Fr. Bastiano, che le vanno conferendo. L'altro bafTorilievo non v' è più.

Essendo poi r anno Essendo poi stato creato Pontefice l'anno Fece Daniello nella Chiesa di S. Agostino a fresco in una cap- pella in figure grandi quanto il naturale una S. Elena che fa ritrovare la Croce, e dalle ban- de in due nicchie S. Llena Orsina j nella quale tatto uno sparti- mento di stucchi , fece con suoi cartoni dipignere di storie della Vergine la volta da Marco da Siena 2 , Tom. E' nominato nel Tom. Di fuori negli angoli fece due fi- guroni , e sotto ne' pilastri due profeti.

Vedi Tom i pag. Sepolcro , donde era Cherubino del medefimo casato; ma non so se fofTe della medesima f miglia. Nata delV Ld, di Roma. Gio- vanni foce un Cristo morto con le Marie, ed in tela per mandare in Francia Enea , che spoglian- dosi per 'andare a dormire con Dido , è soprag- giunto da Mercurio , che mostra di parlargli nella maniera che si legge ne' versi di Vergilio. Al me-, desimo fece in un altro quadro, pure a olio, un bellissimo S.

Giovanni in penitenza grande quan- to il naturale, che da quel Signore, mentre vis- se, fu tenuto carissimo; e parimente un S. Giro- lamo beilo a maraviglia. Giovanni Riccio Cardinale di Montepulciano deliberato di fare una c. Di- morando adunque Daniello in Fiorenza, e veg- gendo quant j il Sig.

Duja si dilettasse di tutte l'arti del disegno, venne in desiderio d'accomo- darsi al servigio di Sua Fc-. Duca a coloro, che Io raccomandavano, risposto, che fosse introdotto dal Vasari, cosi fu fatto. Onde Daniello offerendosi a servire Sua Eccellenza. Lorenzo , e fece per Michele Fuchero Fiammingo una Leda, che fu molto bella figura.

Michele Berteldi in sulla piazza degli Antinori. Oi-nasse a Roma, e vi fu molto carezzato dagli amici e parenti suoi ; ed essendo pregato di la- sciare alcuna memoria di se nella patria. Biagio , pa- rendo che non isiessono con onestà. Michele del portone, ma nondimeno non lavorava con quella pre- ben conservato.

Il profeta nel pilastro di- pinto a secco di Raffaello Sanzio: In- taaio dopo essere stato morto il Ile Arrigo di Francia i in giostra, venendo il big. BiarJ , collocata sul'a pi izza, reale nel per opera del Cardinal Richelieu, fi- no al qual tempo il detto cavallo era stato in Rina. Ne parla Andrea Fulvio nel libro 5 dell' Antichità di Roma, e dice che fu gettato nel 15 Questo Gentiluomo lo f. Avendo dunque fatto Da- niello un modelletto di terra , secondo il con? Perchè messa Daniello mano al cavallo con molto studio, lo fece di ter- ra , senza fare mai altro, come aveva da essere interamente; poi fatta la forma, si andava appa- recchiando a gettarlo j e da moki fonditori in opera di tanta importanza pigliava parere d' in-.

AI che rispondendo Daniello disse, essere occupatis- sfmo ed obbligaro ala Reina di Francia, ma che farebbe i cartoni e! Ma furono tanti i disagi e le fatiche che vi epese Daniello , il quale anzi che no era di poca complessione e ma- l Cioè sturando l'orifizio della fornace, il qua- le fi chiama Spina, come dice il Baldinucci nel Foca' lotario del disegno.

K'i Pare impossibile che in due mesi fi potcITe tifare la forma , e 1 altre cose necessarie , o bisogna che il male fosse poca cosa , o d'una parte sola, e non grande. Vero è che il Fulvio dice ch'era lungo Maria degli Angeli non è la sepoltura di Daniello colla starni dell' angiolo, ne so dire per qual motivo.

E' stato similmerte creato di Daniello Giulio Mazzoni da Piacenza , che ebbe i suoi pri- mi principi di] Vasari, quando in Fiorenza lavo- rava una tavola per Mess. Biagio Mei , che fu mandata a Lucca e posta in S. Piero Cigoli , e quando in monte Uliveto di Napoli faceva esso Giorgio la tavola dell'aitar maggiore, una gran- de opera nel refettorio, e la sagrestia di S.

E' stato Daniello persona costumata e dab- bene, e di maniera intento ai suoi studj dell'arte, che nei rimanente del viver suo non ha avuto molto ' Di queflo Artefce vedi il Tomo HI. Pure era meglio guardare il Vasari , come professore e più antico del liorghino: Dove poi parla di Taddeo nomina il detto Pompeo.

Finalmente, essendo cre- sciuto Taddeo d' anni e di giudizio, veduto non potere molto acquistare sotto la disciplina del pa- dre carico di sette figliuoli maschj e una fem-. Ma questo arebbe dato poca noja a Taddeo, se a v es- co Né Francesco detto il Santangiolo né questo Gio.

Pietro Calabrese si trovano posti nelT Abeceda- rio , ma dove parla di Taddeo si nomina il Santan- giolo. Per queste e n'. I quali dibagj gli guastarono in parte la complessione, e se non l'avesse la giovinezza ajutato, Tavrebbono ucci- so del tutto. Quindi è , che col con- tinovo copiare cose tanto eccellenti divenne buon maestro. Intanto Daniello da Par- ma Ci pittore, il quale già stette molti anni con Antonio da Correggio e aveva avuto pratica con Francesco Mazzuoli Parmigiano , avendo preso a fare a Vitto V di là di Sora nel principio dell'Abruzzo una Chiesa a fresco per la cappelli Condotto n di S.

Ritornato poi a Roma , ragionando M. Jacopo Mattei Gentiluomo Romano con Fran- cesco Santagnolo di voler fare dipignere di chia- roscuro la facciata d'una sua casa, gli mise in- nanzi Taddeo,' ma perchè pareva troppo giovane a quel Gentiluomo, gli disse Francesco che ne fa- cesse prova in due storie, e che quelle non riu- scendo, si sarebbono potute gettare per terra, e riuscendo, arebbe seguitato.

Jacopo non i' ''f'""' pure sodistaito, ma stupido. Onde avendo finita quell'opera Kanno Perciocché dopo Pulidoro , Maturino, Vincenzio da S. La prima dunque è questa: N deo i La vita di questo Vincenzio è nel Tomo Vf. Là dove stati che furono alcune settimane con Taddeo, nel partir- si gli lasciarono il detto putto, che avevano me- nato con esso loro, chiamato Federigo, acciocché lo facesse attendere alle lettere. Ma giudicandolo Taddeo più atto alla pittura, come si è veduto essere poi stato vero nell'eccellente riuscita che esso Federigo ha fatto.

Lu- cia della Tinta vicino all'Orso fece una facciata piena di storie di Alessandro Magno , comincian- do dal suo nascimento 3 e seguitando in cinque storie i fatti più notabili di quell'uomo famoso, che gli fu molto lodata , ancorché questa avesse il paragone accanto d'un'altra facciata di mano di Pulidoro 2.

Am- brogio al Corso queste pitture son perite N. Mauro nelle case di M. Antonio Portatore, tutti pieni di figure, ed altre cose, cha furono tenute bellissime 4. Avendo compro Mat- N iij liolo 1 Queste storie di chiaroscuro sono andate ma- le insieme con molti altri ornati di quell'ammirabile edificio; colpi della barbarie.

In un altro era espresso, quando al lume di luna disegnava per Roma le scacue e i bassirilievi anti- chi VITA tiolo maestro delle poste al tempo di Papa Giu- lio un sito in campo Marzio, e murato un casot- to molto comodo, diede a dipignere a Taddeo la facciata di chiaroscuro: In una delle faccia- te dalle bande fece in figure grandi quanto il vi- vo chi, oppure le pitture che aveva veduto il giorno e tenute a mente Sotto cia'icuna storia erano alcuni versi ItaliAni , che spiegavano il soggetto di quella pittura.

Federigo aveva a que'. Ecce Homo , e sopra questo in un arco è il medesimo Pilato che si lava le mani, e nell' altro arco di- rimpetto Cristo menato dinanzi ad Anna.

Nella facciata delTaltare fece il medesimo quando è crocifisso , e le Marie a piedi con la nostra Don- na tramortita messa in mezzo dalle bande da due profeti j e nell'arco sopra l'ornamenta di stuc- co fece due Sibille ; le quali quattro figure tratta- no della passione di Cristo; e nella volta sono quattro mezze figure intorno a certi ornamenti di stucco, figurate per i quattro Evangelisti, che sono mollo belle.

Quest'opera , la quale fu scoper- ta l'anno 15 Mario Frangipane nella Ghie- fatte cona- sa di S. Dipinse il medesimo al tempo di Paolo IV. Volendo il Cardinal di Mantova far dipignere dentro tutto il suo palai- N iiij zo 1 La tavola dell'altare di questa cappella, nel- la qual tavola è la conversione di S. Paolo , va in istampa intagliata. Il resto della cappella dipinto a 'fresco è pur di Taddeo. Insomma sodisfece in questo lavoro Taddeo con suo molto utile al detto C.

Parimente dipinse dalle Botteghe scu- te per Mess. Alessandro Mattei in certi sfondati delle stanze del suo palazzo alcune storie di fi- gure a fresco, e alcun' altre ne fece condurre a Federigo suo fratello , acciocché si accomodasse al lavorare: Ne'medesi- mi tempi al Duca di Guisa, che era allora in Ro- ma, desiderando egli di condurre un pittore pra-. Tornato dunque Taddeo a fornire in S.

Marcello l'opera del Frangipane, non potè lavorare molto a lungo senza essere impedito. Onde gli furono pagati per le sue fatiche e di Federigo e altri che gli avevano ajutato scudi seicento d'oro. Po- co dopo dipinse in Bracciano al Sig. Dipinse poi a M. Dove messo mano a lavorare , condusse nella faccia d'una di dette cappelle due figurone grandi , una per!

Vili, di quest' Opera a car. Agata j ora per altro fi ap- pella di S. Fra l'altre nel mezzo della volta era una flagellazione di Gesù Crifto che sempre nel guardarla mi rapiva pe?

Gli Evangelifti narrano le calunnie, che furono fatte a Gesù Cri- ito t e non con maledici. Risolu- tosi dunque a servire Farnese e a finire la cap- pella di S. Marcello , fece dare da Mess. Fece dunque di colori in una facciata la storia di S. Ma perchè Fede- rigo i quando fece quest'opera , non aveva più che Euftachio , non aveva 'i8.

Trattandosi poi , quasi nel medesimo tempo che lavoravano costo- ro in Araceli, di dare al Sig. Federigo Borromeo per donna la Sig. Ma fu tanta la scortesia xli quel Pontefice o de suoi ministri, che al povero pittore non furono , non che altro, rifatte le spese. Duca Cosimo e la Sig. A sommo la scala fatta a lumaca di- taziont.

Vedi il Baldinucci Dee. Orlandi lo chiami augni, e nella riftampa fatta dal Guarienti , che dice d'averla corretta , lo chiama Cugini. Ho corretto Ti- ti , perchè trovo nel Rposo del Boighini Scrittore contemporaneo a car. Lo chiama Sance ali uso Roma- gnuolo , benché in cento libri da vari autori sia chia- mato Santi Era anche egli dal Borgo.

Don Vincenzio Boighini , che lo tiene carissimo e come disegno di mano d''eccellenie pittore. E nel medesimo luogo dipinse il medesimo l'Angelo che ammazza in Egitto i primogeniti, facendosi per fare più presto ajuta- re a molti suoi giovani. Ma nello stimarsi da al- cuni le dette opere non furono le t'atiche di Fe- derigo e degli altri riconosciute , come dovevano, per essere in alcuni artefici nostri in Roma a Fio- renza e per tutto molto maligni, che accecati dal- le passioni e dall' invidie , non conoscono o non vogliono conoscere l'altrui opere lodevoli ed il di- fetto delle proprie; e questi tali sono molte volte cagione, che i begl'ingegni de' giovani sbigottiti si raffreddano negli studj e nell' operare Neil' ufi- zio della Ruota dipinse Federigo dopo le dette opere intorno a un' arme di Papa Pio IV.

Ma innan- zi chj e i. Marcello ; per la quaie fece finalmente nella tavola a olio la con- version di S. Saulo Sau- loj perchè mi perseguiti? Sono similmente spa- venrau e stanno come insensati e stupidi tutti i suoi che gli stanno d' intorno. Paolo , che in virtù di Dio lo risuscita ; e nella terza è la decollazione e morte di esso Santo. Nelle facce da basso sono similmente a fresco due storie grandi: Ma quest' opera es- sendo per la sua morte rimasa impei fetta, l'ha finita Federigo questo anno, e si è scoperta con C ij mol- l Dello Schiavone di Stbenico in Dalmazii ha parlato il Vasari nel fine della vita di Battirta Fianco; e il Ridxlfi , che a care.

Fece nel medesimo tempo Tad: Conobbe adunque il Cardinal Santagnolo. Ma tuttavia essendo mancati in Roma i più eccellenti, si risol- vè -quel Signore, non ci essendo altri, di dare a dipignere la sala maggiore di quel palazzo a Tad- deo , il quale la prese volentieri , con speranza di avere a mostrare con ogni sforzo , quanta fosse la virtù e saper suo.

Aveva già Lorenzo Pucci 3". Ma essendo rimasa imperfetta, e mancando a dipignersi tre facciate , morto il Cardinale , que' Padri senza aver rispetto al giusto e ragionevole venderono airArcivescovo di Corfù la detta cappella, che fu poi data dal detto Arcivescovo a dipignere a Tad- deo. Ma le gare e le contrarietà che ebbe dai pittori Vene- ziani, furono cagione che non l'ebbero né essi con tanti lor favori né egli parimente.

I , a care. Avendo dunque veduto l'apparecchio del Vasari per la detta sala, cioè quaraniaquauro quadri grandi di braccia quattro, sei , sette , e dieci l'uno, nei quali lavorava figure per la mag- gior parte di sei ed otto braccia, e con l' ajuto solo di Giovanni Strada Fiamm ngo 3 e Jacopo Zucchi 4 suoi creati e Battista Naidini 5 , e lut- eo Dicendo qui il Vasari d'essere amico di Tad- deo Zuccheri, Federigo col. Poi avendo veduto molte cose in Verona e in molte altre Città di Lombardia , se ne venne finalmente a Fiorenza , quando appunto si faceva- no ricchissimi apparati e niaravigliosi per la ve- nuta della Regina Giovanna d'Austria x.

Dove arrivato, fece, come volle il Sig. Duca in una grandissima tela che copriva la scena in testa del- la sala , una bellissima e capricciosa caccia di co- lori , e alcune storie di chiaroscuro per un arco , che piacquero infinitamente. Mauto , esso Fe- derigo vi mise subitamente mano. Mostrava Tad- deo fingendosi sdegnau? Cercavano in quel mentre gli amici di Taddeo dargli donna: Mauto è allato al Collegio liomano.

Di eflTo fi legge nel Ciacconio: Fu da Federigo data sepol- tura a Taddeo nella Ruonda di Roma vicino al tabernacolo, dove è sepolto Raffaello da Urbino del medesimo Stato: Il loro pennello aveva un garbo e un certo fiorito , che piace ai più: Francesco Guicciardini Ci allora go- vernatore di Bologna e d' alcuni altri amici suoi, i quali disegni furono poi messi in opera di legni commessi e tinti a uso di tarsie da Fr.

Damiano da Bergamo dell'ordine di San Domenico in Bolo- gna. Andato poi esso Vignola a Roma per atten- dere alla pittura e cavare di quella onde potesse ajutare la sua povera famiglia, si trattenne da prin- cipio in Belvedere con Jacopo Melighini 2 Fer- rarese architettore di Papa Paolo Ma dopo es- sendo allora in Roma un' accademia di nobilissimi gentiluomini e Signori che attendevano alla lezio- ne di Vitruvio ]' , fra'quali era M.

Del Melighino parla il Vasari a cart. Gallo, e altro- ve. Fu un architetto di poco conto e piuttosto ridi- colo. Essendo poi 1' anno Finalmente avendo Alessandro Cardiaale Farnese conosciuto l'ingegno del Vignola e sempre molto favorito- lo , ne' fare la sua fabbrica e palazzo di Capra- io! In su uno de' lati è girata in forma tonda una scala a chiocciola di palmi dieci nel vano degli scaglioni e venti è il vano del mezzo che dà lume a detta scala; la quale gira dal fondo per insino all'altez- za del terzo appaitaraento più alto ; e la detta sca- la si regge tutta sopra cclonne doppie con corni- ci che girano in tondo secondo la scala, che è ric- ca e varia, cominciando ddl' ordine Dorico e se- guitando il Ionico , Corintio , e Composto con ricchezza di balaustri.

Dirimpetto a questa scala, cioè in sull'altro de'canti che met- tono in mezzo la detta loggia dell'entrata, è un appartamento di stanze, che comincia da un ricetto tondo simile alla larghezza della scala e cammi- na in una gran sala terrena lunga palmi ottanta e larga quaranta; la quale sala è lavorata di stuc- chi e dipinta di storie di Giove, cioè la nascita, quando è nutrito dalla capra Alfea e che ella è incoronata , con due altre storie che la mettono in mezzo, nelle quali è, quando eli' è collocata in cie- lo fra le quaratotto immagini, e con un'altra si- mile storia della medesima capra , che allude , co- me fanno anco l'altre, al nome di Caprarola.

Nel- le facciate di questa sala sono prospettive di ca- samenti tirati dal Vignoia e colorite da un suo ge- co Di questo palazzo è ftata impressa la pianta e 1' alzata ec e tutte! Z23 genero, che sono molto belle e fanno parere la stan- za maggiore.

Da questo salotto seguitando verso l'al- tro angolo , cioè verso la punta del pentagono , dove è cominciata una torre, si va in tre camere larghe ciascuna quaranta pahni e trenta lunghe ; nella prima de. Ora saglien- do per la chiocciola grande dal piano del cortile in sull'altro appartamento di sopra, si trovano finite sopra la detta parte di cui si è ragionato altrettante stanze, e di più la cappella, la qua- le è dirimpetto alla detta scala tonda principale iti su questo piano.

Nella sala, che è appunto sopra quelli di Giove e di pari grandezza , sono dipin- te di mano di Taddeo e di suoi giovani con or- namenti ricchissimi e bellissimi di stucco i fatti degli uomini illustri di casa Farnese. Nel quadro che è accanto a questo è Pietio Farnese f-ttto Capitani de' Fiorentini con questa inscrizione: Florentinx Imperato'- magnis Pisnnorum cnpiis capto duce obsidionis occins urbcni Florentiam triumphans ingreditur anno Neil' altro tondo, che è dirimpetto al sopraddetto , è un altro Pieno Fcirnese che rompe i nemici della Chie- sa Romana a Orbetello , con la sua iscrizione.

In uno de' due ahri quadri , che sono eguali, è il Sig. Rainerius Famesius a Fiorenti' nis difficili Rap. Neir altro quadro è Ranuccio Farne-. Insomma sono in que-ta volta un nume- ro infinito di bellissime figure, di stucchi, e altri ornamenti messi d' oro.

Nelle facciate sono otto storie j cioè due per facciata; nella prima entran- do a man ritta è in una Papa Giulio III. Philippo Hispaniarum Hegi maxima oh eximia in domum Farnesiam meri'- ia. Durante, Furialo da Cingoli, M. Neir altra è il Duca Orazio che prende per isposa la figliuola del Re Enrico di Francia con que- Farnese, che son dipinti in qu?

Duca Pier Luigi appres- so fc altri Signori intorno, con queste parole: Horatium Farnesium nepoiem sum- mce spei adolescentem prafeclum Urbis ceat anno sai. In queste storie sono al- cune teste lasciate in bianco aspetrando i ritratti per finirle , come 6i vede nella uvola XiX. Alessando Vitelli, e il S'g Gio. Seguitano quattro storie sopra la cornice , cioè ogni faccia la sua. Nella terza è un armata di galee, che prepararono 1' Imperatore e i Veneziani tontro il Turco, con autorità e aju- to dei r'rntefce fanno Nella quarta, quan- do essendosi Perugia ribellata dalla Chiesa , van- no i Perugini a chiedere perdono l'anno Nel- le facciate di detto salotto sono quattro storie grandi, cioè una per ciascuna faccia, e tramezza- te di finestre e porte.

Imperatore, che tornato da Tu- aiiù V. Imperatore e Francesco I, di Francia l'anno Neil' ultima, che è fra le due finestre, il detto fa molti Cardi- nali per la preparaiione del concilio, tra i quali vi sono quattro, che dopo lui successivamente fu- rono Papi , Giulio HI. Nella prima camera accanto a questo sa- lotto , dedicati! Di questa si entra nella seconda camera de- Stan: Le porte poi sono pur quattro ,, e da un peduccio all' alrro fanno quattro lunet- ,, te.

Il secondo, che sarà l'op- 9, posito aques-o, diremo da pie. Il terzo da man V destra chiameremo destro. Le brac- cia vogliono essere ignude ancor CnSC , d' incar- nagione pur di rose. Negli omeri le si facciano r ali di varj colori: Si posta a se- dere in una sedia indorata sopra un carro si- mile tirato o da un Pegaso alato o da due cavalli, che nell' un modo e nell'altro si dipi- gne.

Facciasi sorge- re da una marina tranquilla, che mostri di esser crespa, luminosa, e brillante. Dietro nella fac- ciata le si faccia dal corno destro Titone suo marito, e dal sinistro Cefalo suo innamorato. Cefalo un giovane bel- lissimo vestito di un farsetto succinto nel mez- zo , co' suoi usattini in piedi, con il dardo in mano che abbia il ferro indorato , con un ca- ne a lato in moto di entrar in un bosco , co- me non curante di lei per l'amore che porta al- la sua Procri.

Tra Cefalo e Titone nel vano del finestrone dietro 1' Aurora si tacciano spun- tare alcuni pochi raggi di Sole di splendor più vivo di quel dell' Aurora , ma che sia poi im- pedito che non si vegga da una gran Donna, ch-d gli si pari dinanzi.

La sua forma sia d'una donna alta, spedita, valorosa, con gli occhj bene aperti , cori le ciglia ben'inar- cate , vestita ui velo trasparente fino a i piedi, succinta ne! Alzi il capo a mira- y re l'Aurora, e paja sdegnata che ella si sia le-. Porti in testa una celata con , un gallo suvvia il qual dimostri di battere 1' ali , e di cantare: Abbia la carnagione nera, nero il manto , neri i cavalli , nere f ali, e que- ste siano aperte , come se volasse.

Tenga le mani alte, e d? Fatelo come vi pare, e attaccatele il carcasse agli omeri. Si trova in Pausania con due serpenti, nella sinistra , e in Apulejo con un vaso dorato col manico di ser- pe, il quale pare come gonfio di veleno, e col piede ornato di foglie di palma. Ca- valchi un carro tirato da cavalli un nero l'altro bianco , o se vi piacesse di variare , da un mu- lo, secondo Festo Pompejo , o da giovenchi, se- co'ndo Claudiano e Ausonio: Per Endimione bisogna fare un bel ,, giovane pastore e pastoralmente vestito.

Il rito di questi era con le mani 5, le- 1? E cominciando da quello che. A pie d' esso una concavità pro- ,, fonda per dove passi un'acqua come morta,. Stazio ancora nella cima del capo. In una mano abbia la verga , nell' altra tre ,, vesciche di papavero. Icelo dicono che si trasfor- ma esso stesso in più forme, e questo figure- rei per modo , che nel tutto paresse uomo , e avesse parti di fiera di uccello di serpente, co- me Ovidio medesimo lo descrive.

Fingasi che in questo iuogo. Nell'altro peduccio tra la facciata da piede e a man destra farete Drizzo Dea degli i'-. La figura di questo è di un giovane o i.. J mandare che si taccia. Fingono che nascesse debile di gamba , j: Agnolo, il quale jj è anco alato e tiene un corno di dovizia. Fac- jj ciansi intorno a lei alcuni pontefici , dai quali 3j se le sacrificava nella Curia innanzi alla porta, jj perchè non fosse lecito a persona di rivelare ,j cosa che vi n trattasse in pregiudizio della re- aj pubblica.

Ripieni dalla parte di dentro i pe- jj ducei, resta ora a dir solamente che intorno a jj tutta quest' opera mi parrebbe che dovesse es- s, sere un fregio che la terminasse da ogn' intor- jj no, e questo farei di grottesche o istoriette di jj figure piccole ; e la materia vorrei che fosse jj conforme ai soggetti già dati di sopra, e di ma- jj no in mano ai più vicini. E ult-mamente nel fregio deila facciata sinistra mattematici con i loro strumenti da misurare, ladri, falsatori di monete, cavatori di tesori, pastori con le man- dre ancor chiuse intorno a lor fuochi , e si- mili.

Ma per non esser cose che abbia- no bisogno di essere descritte, lasso che voi ve l'immaginiate a vostro modo, sapendo che i pittori sono per lor natura ricchi e graz,iosi in trovare di queste bizzarrie.

Ma quelle che egli vi fece, furono da lui condotte con molta grazia e bellissima maniera. Accanto a questa nell'ulti- ma delle dette tre camere, che è dedicata alia So- litudine, dipinse Taddeo con 1' ajuto de' suoi uo- mini Cristo che predica agli Apostoli nel deser- to e nei boschi , con vm S.

Giovanni a man ritta molto ben lavorato. In un'altra storia, che è dirim- petto a questa, sono dipinte molte figure che si sranno nelle selve per fuggire la conversazione, le quali alcun' altre cercano di disturbare , tiran- do loro sassi , mentre alcuni si cavano gli occhi per non vedere. In questa medesimamente è di- pinto Carlo V. Pcst innumeros laborcs ociosam quictamque vitam traJuxit.

Appresso vi è Ari- stotile che. Sotto un'altra si legge: E dirimpetto a questa sotto un' altra figura è questo motto: Qui agit plurima , plurimum pec- ca t. E per dirlo brevemente, è questa stanza cr- natissima di belle figure, e ricchissima anch' ella di stucchi e d'oro. Ma tornando al Vignola , quanto egli sia eccellente nelle cce d' architettu- ra, r opere sue stesse che ha scritte e pubblicate e va tuttavia scrivendo oltre le fabbriche ma- ravigliose ne fanno pienissima fede', e noi nella Vita di Michelagnolo ne diremo a quel propc-sito quanto occorrerà.

Taddeo oltre alle dette cose ne. E Federigo suo fra- tello, dove in S. Lorenzo in Damaso è la cappel- la di quel Santo tutta lavorata di stucco, fa nel- la tavola S. Lorenzo in sulla graticola e il Para- diso aperto, la quale tavola si aspetta che debba riuscire opera bellissima 2. Ma è ben vero che M. Le parole dunque che sono dipinte nel quadro, e che: Quivi pure loda Giulio Campi e i suoi fratelli.

Ti- ziano Vescovo d' Oderzo, secondo la comune opinione. Ma venuto poi Tanno circa Erra nondivieuó il Vasari facendolo sito discepolo ce. Basta che furono tali , che si fece da molti periti giudizio che dovesse, cerne poi è avvenu- to, riuscire eccellentissimo pittore. Insomma fu tenuto si ben fatto e con tanta diligenza , che se Tiziano non vi avesse scritto in ombra il suo nome, sarebbe stato tenuto opera di Giorgione.

Intanto avendo esso Giorgione i condotta la facciata dinanzi del fondaco de' Tede- schi , per mezzo del Barbarigo furono al'ogate a Tiziano alcune storie che sono nella medesima sopra la Merceria. Marcuola , nel qual quadro è dipinta la no- ttnti di Ti' stra Donna che va in Egitto in mezzo a una gran xiant. Similmente nel bo- sco di detto quadro fece molti animali, i quali ri- trasse dal vivo , e sono veramente naturali e qua- si vivi.

Dopo in casa di M. L'an- no poi Marzilia- no con un paese lontane, dove in un boschetto S. Battista ginocchioni sta orando verso il cielo donde viene uno splendore che lo illumina: Dopo condottosi Tiziano a Vicenza, dipinse a fre- sco sotto la loggetta dove si tiene ragione all' u- dienza pubblica il giudizio di Salomone , che fu bell'opera.

Marco i a- sedere in mezzo a certi Santi , ne' cui volti sono alcuni Htratti di naturale fatti a olio con gran- dissima- diligenza: Essendo poi rimasa imperfetta per la morte di Giovan Bellino nella sala del. Marco è ora nel'a Sajjretia della Chiesa della Salute, ed. Avendo 1' anno 15 Bartolommeo, che è cosa rara e piena di mo te belle figure ratte a olio. Onde egli essendo desideroso d'acquistare e farsi conoscere, fece con molta diligenza due storie i , che mancavano al detto camerino.

Neil' altro, che è contiguo a questo e TiziaHQin- pj-iino rincontro all'entrata, fece molti amorini e putti belli, e in diverse attitudini j che molto piac- quero a quel Signore ; siccome fece anco 1' altro quadro: Similmente nella porta d'un armano dipinse Tiziano dal mezzo in su una testa di Cristo ma- ravigliosa e stupenda , a cui un villano Ebreo mo- stra la moneta di Cesare:: D Fabio della Corgtia da, Gin: Andrea Podestà Genovese , l'altro al Sig.

Cavalier Cassiano del Pozzo dal medesimo Podestà nel Fece appresso nel- la chiesa de' Frati minori, chiamata la C: Ma quest'opera, per essere stata fatta in tela e forse mal custodir. Pietro ed un S. Giorgio, e attorno i padroni ginocchioni ri- tratti di naturale, in fra' quali è il Vescovo di Baffo e il frate'lo, allora tornati dalla vittoria che ebbe detto ve-covo conrra i Turchi.

Alla chieset- ta di S. Sebastiano ignudo ritratto dal vivo e senza R ij arti- co Questo quadro fu intagliato da Va'entino la Febre.

Per la chiesa di San- to Rocco fece, dopo le dette opere, in un quadro Cristo con la croce in spalla e con una corda al collo tirata da un Ebreo: Fece per la chiesa di Santa Maria Mag- giore in un quadro un S. Battista 2 nel deserto fra certi sassi , un Angelo che par vivo, e un pezzetto di paese lontano con alcuni alberi f Questa stupenda tavola acqutste. Oltre i Santi nominati dai Vasari v' è S. Pietro e S Antonio, e tutti son pofti rasente a un muro curvo e rovinato in cima; ma la stampa in legno che qui nomina il Vasari è in grande e senza la Midonna, e 1' intaglio è d'Andrea Andreani.

Andrea Gritti 0, fece Tiziano il suo ritratto , che fu co- sa rarissima, in un quadro dov'è la nostra Don- na, S. Andrea col volto del detto Doge; il qual quadro, che è cosa maravigliosissi- ma , è nella sala del Collegio. Ma da'due Dogi e fratelli Paoli è stato finalmente assoluto, come vecchissimo, da cotale obbligo.

Essendo innanzi al sacco di Roma andato a dell'Aretino stare a Venezia Pietro Aretino poeta celeberrimo de' tempi nostri, divenne amicissimo di Tiziano e del Sansovino, il che fu di molto onore ed utile a esso Tiziano; perciocché lo fece conoscere tanto lontano, quanto si distese la sua penna, e massi- mamente a' Principi d'importanza, come si dirà a suo luogo. Intanto per tornare all'opere di Tizia- no, egli fece la tavola all' altare di S.

Nel medesimo palaz- zo a pie d una scala dipinse a fresco una Madon- na. Avendo non molto dopo fatto a un gentiluo- mo da Ca Contarini in un quadro un bellissimo Cristo che siede a tavola con Cleofas e Luca 3 , parve al gentiluomo che quella fosse opera de- gna di stare in pubblico, come è veramente: N del fFd di R.

Parimente nella scuola di S. Faniino in una tavoletta un S. Girolamo in penitenza, che era dagli artefici molto lodata, ma fu consumata dal fuoco due anni sono con tutta quella Chiesa. Dicesi che l'anno Giovanni Elemosinarlo una tavoletta , acciocché egli la facesse a concorrenza di Tiziano , il quale nel medesimo luogo aveva poco innanzi dipinto il detto S. Maria degli Angeli a Mu- rano una bellissima tavola d'una Nunziata. Ma non volendo quegli che 1' aveva fatta fare spendervi Piero Aretino a donare al detto Imperatore Carlo V.

Tiziano Vescovo ed égli stesso ritratto gi- nocchioni. Tiziano andato alla Cor- te ritrasse il detto Papa, che fu opera bellissima, e da quello un altro al Cardinale Santa Fiore 2 ; i quali ambidue, che gli furono molto ben pagati dal Papa, sono in Roma, uno nella guardar Da del v'ardinal Farnese e l'altro appresso gli eiedi di deito Cardinale Sa'ua Fiore ; e da questi poi r. Imperadori era- no cjnitari nella galleria del Re d' Inghilterra. B 2 Cioè il Cardinale Sforza.

Fece Tiziano l'anno i54r. Gran- duca di Toscana N. N, dell' Ed di R. Nazzaro la tavola dell' aitar mag- giore di cinque quadri. Bastiano, l'angelo Gab- briello , e la Vergine annunziata. Nel duomo di Verona fece nella facciata da pie in una tavola un' Assunta di nostra Donna in Cielo e gli Apo- stoli in terra , che è tenuta in quella Città delle coss moderne la migliore. Duca fra molte altre nobilissime pit- ture. L' anno medesimo essendo stato il Vasari in Venezia tredici mesi a fare , come s' è detto , un palco a messer Giovanni Cornaro e alcune co- se per la Compagnia della Calza , il Sansovino che guidava la fabbrica di S.

Spirito gli aveva fatto fare disegni per tre quadri grandi a olio che an- davano nel palco , acciocché li conducesse di pittura ; ma essendosi poi partito il Vasari , furo- no 0 Fu il Marcolini celebre stampatore e amicis- simo di Tiziano.

Quefte poftille sono nell' esemplare del Vasiri della rt. Andando un giorno Michelagnolo e il Vasari a vedere Tiziano in Belvedere , e' videro in un l Si dice che nella galleria del Duca di Parma sopra la porta per la parte interiore foffe il ritratto di Paolo III.

Ma primieramente il Va- sari riporta doricamente un detco di Michelagnolo , ficchè contro lui bisogna esclamare, non contro il Va- sari. Veneziani il pregio maggio- re E certo è , che fi venderà piij un quadro ben di- pinto e disegnato debolmente , che un quadro dise- gnato senza errori e d' un colorito fiacco e ordina- rio.

Se tutto quefto non appaga i Signrri Veneziani, e vogliono che i loro pittori abbiano disgn;iro al pa- ri di Michelagnolo , di Raffaello, del Domenichinoec. Maria Nuova d; Venezia in una tavoletta una Nunziata; e poi facendosi aju- tare a' suoi giovani , condusse nel refettorio di San Giovanni e Polo un cenacolo ij, e nella chiesa di S.

Salvadore all'aitar maggiore una tavola, do- ve è un Cristo trasfigurato in sul monte Tabor , e ad un altro altare della medesima chiesa una nostra Donna annunziata 1 dall'Angelo, ma queste opere ultime , ancorché in loro si veggia del buono, non sono molto stimate da lui, e non hanno di quella perfezione che hanno 1' altre sue pitture: Ritrasse più volte, come s'è detto, Carlo V.

Fu da sua tj dom , t jviaestà fatto cavaliere con provvisione di scudi fritti cava-. Quando si- milmente ritrasse Filippo Re di Spagna e Carlo figli jolo di esso , ebbe da lui di ferma provvisio- ne altri scudi dugento i ; di maniera che aggiun- ti quelli Del quale Carlo V. Ritrasse 2 Ferdinando Re de' Romani, che poi tli Imperatore, e di quel- lo tutti i figliuoli , cioè Massimiliano oggi Impe- ratore ed il fratello. Ma che perdimento di tempo è questo? Ritrasse il Re Fran- cesco I.

Battista Castaldo, e altri infiniti Signori. Parimen- te in diversi tempi, oltre alle dette, ha fatto mol- te altre opere. Fece il medesimo un Prometeo al- la Reina Maria ;, il quale sta legato al monte Cau- caso ed è lacerato dall'aquila di Giove, e un Sisifo all'inferno, che porta un sasso, e Tizio stracciato dall' avvoltojo: Fece anco una Venere e Adone , che sono maravigliosi, essendo ella ve- rutasi meno, e il giovane in atto di volere parti- re da lei, con alcuni cani intorno molto natura- li 2.

Dipinse pari- mente un Europa che sopra il toro passa il ma- re, le quali pitture sono appresso al Re Cattolico tenute molto care per la vivacità che ha dato Tiziano alle figure con i colori in farle quasi vi- ve e naturali. Molte repliche di quefto quadro fi veggono in va- rie gnllerie.

Forse sono copie eccellenti. Di effo parla Tiziano in una sua lettera scritta a Filippa il. H Ridolfi a e. Domenico fece nella tavola Cristo in ero- ancona bti- ce, e appiedi la nostra Donna , S.

Domenico bellissimi, e di quell'ultima manieia fatta di macchie, come si disse pu'-e ora. Dopo fece Tiziano per mandare al Re Cattolico una figura da mez- za coscia in su d' una S.

Que- 1 Quefla tavola è quafi perduta. Si veggiono anco ritratti di naturale da Ti- ziano un cittadino Veneziano suo amicissimo chia- AUr! S iij qua- 1 Irene de' Signori di Spllimberg. In quefta raccol- ta , nei'a quale ebbe mano Tommaso Porcicchi , sono tre epigrammi di Tiziano , e tra le poefie manoscrit- te di effa Irene sono alcuni sonetti a Tiziano colle rispofte di lui.

Egli ebbe quattro figliuo- li. Agoftino Ca- racci , o chi fi fofle , in una portilladice: Si vede di mano del medesimo M. Ferdinando So- nica avvocato e compare di Tiziano è il ri- tratto di esso M.

Ma la sua eccellenza migginro fu nella poefia Latina , nella qua- le al suo tempo non ebbe pan , N. In casa d'un genriluomo de' Pisani ' appresso San Marco è di mano ci Tiziano il ri- tratto d'una gentildonna, che è cosa niaraviglio- sa.

Oltre alle dette co- se e molte altre di minor pregio che ha fatte quest' xiomo e si lasciano per brevità, ha in ca- sa l'infrascritte abbozzate, e cominciate. Il mar- tirio di S. Paolo che legge, mezza figura, che pare quello stesso ripieno di Spirito Santo. Ha avu- to in Venezia alcuni concorrenti , ma di non mol- to valore; onde gli ha superati agevolmente coli' eccellenza dell'arte, e sapere trattenersi e farsi grato a' gentiluomini.

Vedi la lettera 33 nel Tomo III. Quando il Vasari scrit- tore della presente storia fu l'anno Ó. Ha co- stui di mano di Tiziano , il quale ama ed osser- va come padre , due figure dipinte a olio in due nicchie , cioè un Apollo e una Diana. II Calcar nominato dal Lomaxzo. Vedi la sua vita nel Sandrart a e. I disegni delle no- tomie , che sono neil' opere del Vesalio , sono molto limati , e da alcuni attribuiti a Tiziano niedciimo.

Alberto Unigo , quello di M. Marco Seraval- le , di M. Francesco da Quer j e del canonico Ro- vere j e monsignor Alberti. Nel duomo della det- ta città ecQ in una tavola nel mezzo della chie- sa ad istanza del Sig. Vicario la natività di Ge- sù Cristo j e appresso una resurrezione. Fran- cesco fece un' altra tavola al cavaliere Rovere , un'altra in S. Girolamo, e una in Ognissanti con variate teste di Santi e Sante, e tutte belle e va- rie nell'attitudine e ne' vestimenti.

Lorenzo, e in S. Polo fece tre cappelle; nella maggior delle quali fece Cristo che resuscita grande quanto è il vivo , ed accompa- gnato da gran moltitudine d' Angeli ; nell'altra al- cuni Santi. Barnaba fece mol- te pitture e quadri , e fra T altre un Cristo che sceso al Limbo , ne cava i santi padri , che è tenu- ta cosa singolare.

Nella chiesa di S. Job in Canal- rejo fece una bellissima tavola , e in S Giovanni in Bragola un' altra j ed il medesimo a S. Maria della Celeste e a S- Marina. Ma conoscendo Pa- ris che a chi vuole essere adoperato in Venezia bisogna far troppa servitù in corteggiando questo e quello , si risolvè, come uomo di natura quieto. Maria Maddalena nell'eremo accompa- gnata In Crema ha fatto in San- to Agostino due tavole, in una delle quali è ri- tratto il Sig. Giulio Manfrone per un S Giorgio tutto armato.

Il medesimo ha fatto molte opere in Civitaie di Belluno, che sono lodate, e partico- larmente una tavola in S. Giosef, che sono bellissime. Ottavio Grimaldo un suo ritratto grande quanto il vivo e bellissimo, e con esso un altro quadro simile d'una donna laitivissima. Andato poi Paris a Milano, fece nella chiesa di S. Celso in una tavola alcune figure in aria e sotto un bellissimo paese, secondo che si dice, a istanza del Sig. Carlo da Roma, e nel palazzo del mede- simo due gran quadri a olio; in uno venere e Marte sotto le rete di Vulcano , e nell'altro il Re David che vede lavare Bersabè dalle serve di lei alla fonte, ed appresso il ritratto di quel Signore e quello della Sig.

Paola Visconti sua consorte, e alcuni pezzi di paesi non molto grandi , ma bellis- simi. Tommaso Marini dipinse molte cose delle quali non accade far men- zione. E questo basti aver detto di Paris, il qua- le essendo d'anni settantacinque i , se ne sta con i Il Ridilfi par. Ha costui ul- timamente condotto un bellissimo quadro per la Duchessa di Savoia d'una Venere con Cupide che dormono, custoditi da un servo, tanto ben fatti, che non si possono lodare abbastanza i.

Ma qui non è da tacere che quella maniera di pittura , che è quasi di'smessa in tutti gli altri luoghi, si mantien viva dal Serenissimo Senato di "Venezia, cioè il musaico; perciocché di questo è Musaico ft stato quasi buona e principal cagione Tiziano, il ': Raccontasi, che nel ri- trarlo gii cadde un pennello che gli fu da quello le- vato V a cui Tiziano prostratoli disse: S'ire non merita cotanto onore un servo suo.

E' degno Ti- ziano essere servito da Cesare. Valerio e Vincenzio Zuccherini Trivisani , di ma- no de' quali si veggiono in S. Marco diverse e molte storie, e particolarmente quella dell'Apoca- lisse, nella quale sono d'intorno al trono di Dio i quattro Evangelisti in forma d' animali , i sette candelabri, ed altre molte cose tanto ben condot- te, che guardandole da basso pajono fatte di co- lori con i pennelli a olio ; oltra che si vede loro in mano ed appresso quadretti piccoli pieni di fi- gurette fatte con grandissima diligenza , intanto che pajono non dico pitture, ma cose miniate, e pure sono di pietre commesse.

Vi Sono anco molti ri- tratti di Carlo V. Imperatore , di Ferdinando suo fratello, che a lui succedette nell'Imperio, e di Massimiliano figliuolo di esso Ferdinando e oggi Imperatore. Similmente la testa dell'illustrissimo cardinale Bembo, gloria del secol nostro, e quella del magnifico Gio- vanni nuovo di Venezia al riferire del P. Dell'Ajolle altrove fa menzione il Vasari Lo ritrasse anche Santi di Tito in un gran quadro , che è nella cappella di S. Luca potta nel seconde chioftro di quel Convento.

E fu tanto Tamore e benevolenza reciproca fra questi. Cominciando dunque a esercitarsi , fu talmente a- jutato dalla natura nelle cose che egli fece, che ancora che egli non molto studio e diligenza usas- se talvolta nelfoperare, si vedeva nondimeno in quello l Jacopo Tatti nacque nel H'p.

Era allora Andrea tornato di Portogallo , e Ja- copo quando gli fu dato per istmire nell' arte aveva Per lo che è da credere che Ja- copo avesse avuto altro maestro, e che quando fa di- to ad Andrea, fofTe franco nel disegno.

Francesco delle monache di via pentolini è un S. Niccola da Tolentino, i qua- T iij li i Quedo S. Gallo architetto di Papa Giuno 1?.

Mentre che il Sansovino acquistando giornalmen- te con gli studj dell'arte nome in Roma, era in molta considerazione, infermandosi Giuliano da S. Temanza; onde crede che il Laocoonte fosse regalato al Cardinal di Lorena da qualcheduno di casa Grimani. Ignazio Hag- ford già più volte nominato. Signo- relli i pittore Ccrtonese , ccn Btamantir. Rabbit Girls 4 Rabbit Girls 6 , Dir.

Rabbit Girls 7 I Racconti anali di Coralie Dir. I Racconti anali di Omar , Dir. I Racconti anali di Sexy Luna Dir. I Racconti anali di Sofia Gucci , Dir. Racconti dall'oltretomba , Dir. I Racconti del Cardinale Dir. I Racconti di Angelika c. Racconti di natale , Dir. Magdalena Lynn as Nicky Ranieri. Racconti di una Porno Vampira alternative title for Apocalipsis Vampira. Racconti immorali alternative title for I Racconti immorali di Mario Salieri.

I Racconti immorali di Manuela alternative title for Confessioni immorali. I Racconti immorali di Mario Salieri , Dir. I Racconti immorali di Sheila c. Racconti impudici s, Dir. Racconti Napoletani alternative title for Racconti Napoletani: Racconti perversi alternative title for Le Palais des phantasmes.

Racconti sensuali , Dir. Riccardo Schicchi as Dudy Steel. I Racconti sensuali di Cicciolina alternative title for Racconti sensuali. Die Rache alternative title for La Vita segreta di Jasmine. Rache an der Chefsekretärin 1 c. Die Rache der Ostfriesen , Dir. Die Rache des Osmir Hagadasch , Dir. Racing to Romance alternative title for Grand Prixxx. Radio bizarr - Pissing Party 8 c.

Raffinati piaceri Bolognesi , Dir. Luigi Soldati as Leslie Pollak. Raffinement de Luxure c. Claude Pierson as Caroline Joyce. Jean Marmande Henri Sala. Raffinements pervers alternative title for Il Marito. Ragazza alla Pari alternative title for Je veux tout.

La Ragazza copertina , Dir. La Ragazza dalla pelle di luna , Dir. Silvio Bandinelli as Frank Simon. La Ragazza del clan ? La Ragazza della porta accanto alternative title for Go for It! La Ragazza di mio figlio , Dir. Una Ragazza di vita alternative title for Sex in Paradise. Una Ragazza molto viziosa , Dir. Giorgio Grand as Double Gi. La Ragazza nel Pallone Ragazze agli ordini alternative title for Une Blonde une brune ma bite et mon couteau. Le Ragazze anali di provincia Dir.

Le Ragazze anali di provincia 2 Dir. Le Ragazze anali di provincia 3 Dir. Le Ragazze anali di provincia 4 Dir. Le Ragazze anali di provincia 5 Dir. Le Ragazze anali di provincia 6 Dir. Ragazze bagnate , Dir. Le Ragazze con il cazzo fan le pazze alternative title for Das erste Mal. Le Ragazze del Führer , Dir. Le Ragazze del giardino pubblico , Dir. Ragazze del sud or 8. Le Ragazze di Pigalle alternative title for Ma mère me prostitue. Le Ragazze di St.

Tropez alternative title for Dans la chaleur de St-Tropez. Ragazze Eccitate , Dir. Ragazze erotiche alternative title for Patricia, petite fille mouillée. Ragazze in azione 2. Ragazze per pene alternative title for Frauen Power. Ragazze scandalose in Costa Esmeralda , Dir. Ragazze supersexy alternative title for Mad and Sexy. Ragazze Supersexy alternative title for Made in Sexe. Ragazze terribili , Dir. Una ragazzina vogliosetta , Dir.

Ragazzine in calore alternative title for Patricia, petite fille mouillée. Ragazzine in Gita in Montagna alternative title for Die zierliche Babysau. Ragazzo mio - Incesti Italiani vol. La Rage du sexe , Dir. Rage Porno - Pornographie spéciale alternative title for Pornographie spéciale. Raiders alternative title for I Predatori della vergenita perduta.

Rain Man , Dir. Rainha do sexo anal , Dir. Les Raisins de la mort , Dir. The Raisins of Death alternative title for Les Raisins de la mort. Una Rajita para dos , Dir. Rajitas de terciopelo , Dir. Raka Rör II c. Rakel Liekki - Mun Leffa! Rakkaushotelli alternative title for Pensione amore servizio completo. Ralf Alaaf , Dir. Ralf Dorman as Ralph Dee?

Ralf auf der belgischen Waffel , Dir. Ralf und der fickende Tourist c. Ralle - die Porno-Legende. Le Rallye des joyeuses , Dir.

Serge Korber as Alain Nauroy. Ramba 2 la bella e la bestia alternative title for Ramba la bella e la bestia. Ramba e Malù alternative title for Malù e Ramba. Ramba la bella e la bestia , Dir. Reinhard Mike Strong as Ralph Stell. Ramba sfida la bestia , Dir. Rammel-Tour auf Gran Canaria , Dir. Rammin' the Reargate 6 USA. Rams Screws and Nuts alternative title for Moguchie snosheniya. Ran an Muttis Möpse! La Rançon alternative title for DF: El diablo Español vs Las Luchadoras del Este.

La Rançon d'Eva , Dir. Randonnée sexuelle alternative title for Natacha baronne vicieuse. Les Randonneuses alternative title for Chaleurs estivales. Randy Rendezvous , Dir. Randy Super Girls , Dir. The Randy Widow alternative title for La Veuve lubrique. Rap Integral - version hard , Dir. François Régis, Antonin Denis music videos.

Rape alternative title for Viol. Rape Me alternative title for Baise-Moi. Rape of an American Slut alternative title for Hetaste Liggen. Raped Scene - Lesbian Maid. Raped Scene - We want you anal baby. The Raped Sisters Raphaëlla s'offre à toi! Rapimento Diabolico alternative title for Black Magic Women. Rapita e umiliata Dir. Rapporti alternative title for Femmes seules pour dragueurs. Rapporti anali alternative title for Massaggi anali.

Rapporti anali a Villa Mazzini alternative title for Ante futura. Rapt de nymphettes alternative title for Je brûle de partout. Rapt in Love alternative title for Jarretelles roses sur bas noirs. Raptadas e Violadas alternative title for La Banda del sabato sera. Rase 2 alternative title for Rasiert 2. Rasende Orgie alternative title for Innocence impudique. Rasiert 1 , Dir. Alain Payet, but given as Moli. Rasiert 2 , Dir. Rasierte Jungfotzen , Dir. Rasierte Nymphen alternative title for Salopes déchaînées.

Raspoutine alternative title for Ta' Mej Doktorn. Rasputin alternative title for Russian Sexmachine Rasputin part 1 and 2. Rasputin - Orgien am Zarenhof , Dir. Rassige Huren alternative title for German Amateur: Rast-Platz-Fotzen alternative title for Rasierte Waschbären.

Ratai - Fujisaki Seshiru Ratet mal, wer euch gleich fickt? Ralf Dorman as Ralph Dee. Rattige Fotzen alternative title for Taxi Driver. Die Rauch die spinnt wohl! Rausch der nackten Gewalt c. Rausch der Sinne , Dir. Les Ravageuses alternative title for Je suis avide d'hommes. Les Ravageuses à la ferme , Dir. Les Ravageuses de Sexe , Dir. Richard Balducci as Bruno Baldwin.

Ravageuses infernales , Dir. Jacques Péroni as as Jacques Courtenay. Rave Party , Dir. Francesco Fanelli as Frank Pharro. Ravenous Blondes 2 Une Ravissante petite chatte américaine , Dir. Raw and Naked alternative title for Selvaggia. Raw Meat , Dir. Raw Sexperience , Dir. Rayos XXX , Dir. Raznocvetnye Tatushki , Dir. Nestor Petrovich as Vovochka. Razzia sur le plaisir alternative title for Une Cage dorée. Il Re di Napoli , Dir.

Reading Room , Dir. Ready and Willing alternative title for Une Femme spéciale. Real Big Boobs 2 Dir. Real Couples , Dir. Real Fantasy , Dir. Real Life Stories , Dir. Real Sex 1 - Giochi di piscio in casa vostra alternative title for Angepisst.

Real Trans TV , Dir. Realistic Cock Party , Dir. Francis Collins and Guy Godard. Reality 1 - oder der Reiz erwischt zu werden. Singularity alternative title for Singularity. Dangerous Girls alternative title for Dangerous Girls. Explosive Women alternative title for Explosive Women. Anal Desires alternative title for Anal Desires. Double Hole alternative title for Double Hole. Beds of Sin alternative title for Beds of Sin. Sexy Temptation alternative title for Sexy Temptation.

Reality 2 - oder der Reiz erwischt zu werden. Forbidden Games alternative title for Forbidden Games. Fuck Me alternative title for Fuck Me. Sex Addicts alternative title for Sex Addicts. Anal Challenge alternative title for Anal Challenge. Pure Pleasure alternative title for Pure Pleasure.

Dangerous Games alternative title for Dangerous Games. Wild Adventures alternative title for Wild Adventures. Summer Love alternative title for Summer Love. Reality chaud 2 c. Reality Porn Series 1 , Dir. Reality Porn Series 2 , Dir.

Anal Revenge alternative title for Anal Revenge. Rear Burner , Dir. Christophe Clark as Christof Clark. Rear View Mirror c. RearEnders 3 , Dir. RearEnders 4 , Dir. John Mason as Johnny Rebel.

Alessandro Perella as Alex Perry. Rebecca - culi senza frontiere alternative title for Culi senza frontiere. Rebecca e Luna - La nostra prima volta , Dir. Rebecca e Luna - La nostra prima volta Rebecca Lord's World Tour 1: French Edition alternative title for Le Tour d'Anus français. Rebecca Sexy Moment Rebecca the Contemptuous Lover alternative title for Rebecca.

Les Rebelles alternative title for Stupri di guerra. Recherche Colocatrices , Dir. Reclusión Perversa alternative title for Turbo Möschen. Recreational Sextivities alternative title for Plaisirs morbides.

Red Cocktail , Dir. Red Cross Nurses alternative title for La Crocerossina. The Red Devils alternative title for Bordel S.

Red Fist s, Dir. Red Light Girls alternative title for Prostituzione. Red Light London , Dir. Redheads On Fire Redo for Sex , Dir. Wer ist der wahre König vom Kiez? Reeperbahn 1 for DVD , Dir. Reeperbahn 2 , Dir. Refais-le moi encore , Dir. Refais-moi tout , Dir. Maxime de Best as Maxi Micky. Refinements in Love , Dir. Reform Home Orgy s. Régale-moi comme une brute alternative title for Die Samenräuberinnen. La Regina degli elefanti , Dir.

La Regina dei piaceri proibiti Dir. Regina dei sogni early s, Dir. La Regina del sesso Dir. La Regina della notte , Dir. La Regina della strada alternative title for Queen of the Road 2. Regina di cuori ? Le Regine alternative title for Peccati di giovani mogli. La Regine del sesso , Dir. Le Regine dell'amore proibito , Dir.

Le Regine dell'anale alternative title for Ass Women Regine di culi , Dir. Il Regista , Dir. Règlement de compte Dir. Règlements de comptes alternative title for Dirty Job- Complotto Carnale.

Règlements de femmes à OQ Corral , Dir. La Regola del Sospetto Dir. Reich mir die Geige, ich will jodeln alternative title for Liebesmarkt in Dänemark. Reich und pervers alternative title for Love Sex Story. Reich, versaut und dicke Titten , Dir. Der Reiche und die Hure , Dir. Reife Damen - spermasüchtig und schwanzgeil ? Reife Damen junge Männer Reife Damen junge Männer 30 Reife Damen Nassgewichst 2.

Reifeprüfung auf der Schulbank alternative title for Wilde Orgien auf der Schulbank. Reifeprüfung auf der Schulbanken alternative title for Reifeprüfung in der Sex Schule. Reifeprüfung in der Sex Schule , Dir.

Rein mit dem Sperma!! La Reine des salopes c. John Love Alain Payet. La Reine des salopes alternative title for Puttana per gusto.

Les Reines du Peepshow , Dir. Reingefallen auf miese Aufreisser , Dir. Reingespritzt und abgefüllt c. Reise in's Zentrum der Lust alternative title for Femmes seules pour dragueurs.

Reise ins Orgasmusland , Dir. Reise ins Zentrum der Lust alternative title for Femmes seules pour dragueurs. Reiss mir den Arsch auf Dir. Reitende Mösen und steife Schwänze s.

Die Reitschule 2 alternative title for Ridskolan 2 - Sexskolan. Reitschule 5 alternative title for Ridskolan 5 - Bilskolan. Gabriel Pontello as Gabriela Ponti. Relax Baby , Dir. Relazioni intime , Dir. Relazioni perverse nella scuola del peccato , Dir.

Secret Relation , Dir. Gianfranco Romagnoli as J. La Religieuse , Dir. Michel Ricaud as Michel Bistre. La Religieuse dévergondée alternative title for La Religieuse. The Reluctant Seducer s. Remplis-mois vite alternative title for Grimpe-moi vite. Jean Rollin as Robert Xavier. Rencontre inattendue , Dir. Rencontre sur Internet Dir. Rencontres inavouées alternative title for Rivelazioni d'amore. Rencontres libertines au club échangiste , Dir.

Rencontres perverses alternative title for Maîtresse pour couple. Rendez vous particulari early s, Dir. Rendez-vous chez la voisine alternative title for La Loca de la luna llena. Les Rendez-Vous de Sylvia , Dir. Rendez-vous particuliers alternative title for La Plage au clitoris. Rendezvous der Sinne Teil 2 alternative title for Rendez-Vous 2. Rendezvous with Sarah Young 1. Rendezvous with Sarah Young 2 Dir. Renee's World , Dir. Rent A Fuck , Dir. Rentre c'est bon , Dir. El Repartidor de Paquetex , Dir.

Alex de la Fuente. Un repas de Famille , Dir. La Reporter or 7, Dir. Die Reporter - Tschechien , Dir. La Reporter e il sesso alternative title for La Reporter. Requiem for a Vampire alternative title for Requiem pour un vampire. Réquiem por un Vampiro alternative title for Requiem pour un vampire. Requiem pour un vampire , Dir.

Croce Rossa , Dir. Alain Payet as Frédéric Brazil. Réseau baise alternative title for Réseau. Henri Sala as Ken Warren. Réseau particulier alternative title for La Filière du vice. Réseau très particulier alternative title for La Filière du vice. Arduino Sacco as Dudy Steel. Residence alternative title for Residence - I peccati di mia moglie. Residence - I peccati di mia moglie , Dir. Enzo Gallo as Steve Morelli. Il Residence della vergogna , Dir. To Retiré tis Kavalas , Dir.

Retired Porn Stars , Dir. Le Retour de Marilyn , Dir. Michel Lemoine as Michel Leblanc. Le Retour des veuves , Dir. Retourne moi c'est meilleur alternative title for Internatsgeheimnisse junger Mädchen. Return of the Swedish Aunt alternative title for Marina vedova viziosa. Return of the Widows alternative title for Le Retour des veuves. Return to Sexcess , Dir. La Revanche des connes , Dir. Revealing Sasha , Dir.

Revel Until Delirium alternative title for Jouir jusqu'au délire. Revelations Intimes , Dir. Revelations of a Psychiatrist in a World of Perverse Sex alternative title for Rivelazioni di uno psichiatra sul mondo perverso del sesso.

The Revenge , Dir. Revenge alternative title for La Figlia del Padrino. Revenge in the House of Usher , Dir. Revenge of a Daughter alternative title for L'héritière. Rêveries érotiques alternative title for Délires porno.

Les Rêves d'une jeune femelle alternative title for Träume junger Stuten. Rêves de cuir , Dir. Rêves de cuir 2 , Dir. Rêves de cul , Dir. Rêves de garces alternative title for Filomena Martusano. Rêves de jeunes filles Dir.

Rêves de jeunes filles volages alternative title for Der Junge mit der Tiefenschärfe. Rêves de jouir , Dir. Les Rêves de Katia , Dir. Rêves de sexes , Dir.

Rêves intimes alternative title for Porno sogni super bagnati. Rêves obscenes alternative title for Historias Sexoticas. Rêves pornos , Dir. Franco lo Cascio as Luca Damiano. La Revista erotica Revolt of the House of Usher , Dir. Révolte au pénitencier de filles alternative title for Emanuelle fuga dall'inferno. La Révolte d'Angela alternative title for Chattes mouillées. Revolution alternative title for Bourgeoises à soldats, soumises et défoncées.

Das Rezept - Tittenragout und Sacksauce , Dir. Jack Crawler as JC, W. The Rhine Waltz , Dir. Ribareva kci alternative title for Die Töchter des Fischers. Ribu Hardcore Special 5. Teenies - Jung, unerfahren und neugierig alternative title for Teenies Jung, unerfahren und neugierig. Ribu Video s. Il Ricatto , Dir. Ricatto Passionale alternative title for Stupri italiani 18 - Ricatto Passionale.

Una Ricca vergine alternative title for L'Ereditiera. Ricchezza e lussuria alternative title for Money Makers. Ricchezza e lussuria 2 alternative title for Money Makers 2. Ricchezza e lussuria 3 alternative title for Money Makers 3. Ricchezze e passioni a Cannes Dir. Il Ricco e il povere alternative title for Rencontre inattendue.

The Rich and the Bitch s, Dir. The Rich Bitch Rich Bitch alternative title for I Eromeni. Rich Bitch alternative title for Pirate 3 - Rich Bitch. Rich Bitches , Dir.

Scritto in Senza categoria 1. Una squadra quasi più derubata della roma, ma che tradizionalmente fa bel gioco, fa crescere giocatori e se la gioca a viso aperto. E poi si condivide la grande stima verso la juve. E questo nonostate il fatto che una volta, un fiorentino mi ha piantato un pezzo di asfalto su una spalla meno male che non mi ha preso sulla testa, come in realtà voleva.

Somigliava parecchio a renzi, devo dirlo. La responsabilità, comunque, va attribuita anche a un mio amico non proprio furbissimo, che ha pensato bene di andare a tirare sassi a un autobus di tifosi in una area di servizio altrimenti deserta, senza riflettere sul fatto che noi eravamo 8 e loro una quarantina.

Poi c'è anche chi fa fatica a entrare nelle categorie "cani" e "porci"; chiediti perchè. Non per la cosa in sè anzi, ti metti pure a rispondere Ieri la maggica ha vinto perchè il centravanti croato del cagliari era ancora mezzo mbriaco dei complimenti della partita scorsa. Verde e Paredes comunque possono diventare due ottimi cetrocampisti, in futuro. Bocca continua con la censura pro romanista: Il tuo commento è in attesa di moderazione alle I miei parenti polacchi sono variaty, vogliono Leopoli..

Il cagliari si gioca la seria A e regalerebbe le partite a noi, come no. Comunque non ti crucciare. Tutto il mondo sa quanto valgono le vittorie della juve.

Ti chiederei dunque di tenermi fuori dai vostri sfoghi da osteria della polenta. Sempre per favore, eh! Saranno dieci anni che è sparita. Aggiorna almeno le fantasia erotiche, visto che con le opinioni non c'è niente da fare. Sembra che l'attempato leader carismatico dei Moderati abbia siglato un patto con il giovane e dinamico segretario della Lega Nord per l'Indipendenza della Padania per formare un Fronte Antirenziano, cioè uno schieramento di forze politiche radicalmente alternative al PD d' i' Renzi.

Invece l'altra formazione di cdx, il NCD, non sembra allinearsi alla linea politica della "nuova alleanza" di cdx e si propone di rappresentare le istanze dell'elettorato "moderato", ovvero degli italiani-medi che non approvano il contenuto valoriale di Forza Italia e della nuova Lega in salsa lepenista di Salvini.

Stamattina centro citta' Nowy S. Anzi, Egregio Direttore, lo faccia Lei per me, considerata la di Lei vicinanza fisica ai cervelli martoriati da cocaina colombiana che hanno partorito L'IDEA, grazie di cuore. A me sembra di vivere un'allucinazione. Di fronte ad un paese che muore di fame la Grecia sembra che l'unico atteggiamento da tenere sia quello di una classe di scolaretti che debba assecondare il maestro la troika, te la raccomando nella punizione dello scolaretto discolo che non ha fatto i compiti e non sa badare a se stesso.

Ma la vogliamo piantare con questa allucinazione, che è pura falsità? Qui i comportamenti più assurdi sono stati quelli delle banche, e non certo quelli dei governi. Poi i cittadini vengono tassati e impoveriti per rimediare agli sfondoni delle banche, e devono anche sentirsi dire di aver vissuto al di sopra delle proprie possibilità.

Avere la possibilità di comprarsi le medicine significa fare la bella vita? Sono convinto che mischiare la politica vera con le battute da osteria che oggi è uso fare in Parlamento, al Senato e in ogni luogo da chi dovrebbe essere di esempio ai Cittadini, non da vantaggi a nessuno. Oggi ci dovrebbe essere il voto in condotta per i politici e quando scendono a livelli da cantina fargli direttamente una bella multa e sospenderli per tre giornate ne più e ne meno come si fa per i calciatori in campo.

Che Calderoli non possa entrare da qualche parte ci frega una cippa, che il PD dica che orango è giudizio politico ci frega un pochino. Anche in relazione ai venti di guerra. Bocca questa non è passata: Ma quanto vi piacciono i processi Nel frattempo, se non ti offendi, a me preoccupano di più i venti di guerra in Ucraina o la tragedia greca col buon Renzi che regala cravatte a Tsipras e poi lo pugnala alle spalle come ogni cravattaro che si rispetti.

Ormai il PD è a destra di Forza Italia, e i suoi sostenitori non se ne dispiacciono, anzi. Per una volta debbo dar ragione all'insopportabile Scalfari, quando ricordava a renzi, che era meglio chiedere un ministero europeo di peso al posto di Lady Pesc, un titolo onorifico che al massimo ti concede di sedere in prima fila solo alle cene di gala Un errore l'invio di armi a Kiev" In ogni caso l'Italia rispetterà le decisioni di Washington.

Volano alti gabri e anglio, da un paio di giorni; e penso a quel presuntuoso di Hegel, che dalla tomba starà strillando "ehi, sono qui, chiedete a me che ve lo dico!!! L'importante credo sia l'atteggiamento, l'apertura mentale, con quanta "fede" nel "bene" si continui a cercare.

Sui risultati raggiunti, beh, temo che dovremo accontentarci di quei giudizi delle elementari: Dante , che 'ste cose le sapeva, dice appunto "seguir", mica "Arrivar a".

E poi ci sarebbe da citare almeno metà dell'Ecclesiaste, e il drammatico parallelo tra conoscenza e dolore, più si sa più si soffre e in qualche modo il pensoso nichilismo di anglio 6 giunge alle stesse conclusioni. Fa una gran differenza. Ti ha fatto una brutta sorpresa?

Eppure si capiva, dagli annunci, che c'era la classica sopresona Lady Pesc è stata lasciata a casa a farsi i selfie col bombaccione mentre gli adulti discutevano di cose serie, e parla ancora? Federica Mogherini, Alto Rappresentante per la politica estera dell'Ue.. Ovvio che le moralità' personali siano fuori discussione, qui. Non avrebbe senso e so di non meritarmelo. Quanto alla necessità di capire, dovresti renderti conto che mi è toccato com.

Un grosso problema, comunque. In fondo tu sei solo una persona che batte sui tasti quello che vuole, cosa sopportabile nel web. Ma il recupero del sindacato è vitale. Se vorrai mettere questa condizione nelle tue riflessioni, te ne sarei grata. Comunque tu hai posto l'accento sulla conoscenza, come effetto della cultura, io sulla morale. Che io vedo come conseguenza inevitabile della conoscenza. Forse è' privo di senso polemizzare su cosa sia più' importante, e male ho fatto ad innescarla.

Mi piace ricordare l'esempio di Socrate , che asseriva di non sapere niente, ma evidentemente conosceva cosi' bene almeno se' stesso , che si dette la morte pur di non rinunciare al bene che aveva capito essere per lui fondamentale, irrinunciabile: Questo tipo di conoscenza non cambia in meglio la vita di nessuno.

Poi ci sono anche "ignoranti" sono sicuro che nomi ce ne vengono in mente , che avendo capito almeno cosa è' il bene , modificano i propri comportamenti, per perseguirlo a qualsiasi costo. Ora tarlobasso firma con la sigla, CB come la provincia dove imperversa susiboccagolosa e i suoi fallowers Tu quanti fallowsrs hai CB, no perché se non arrivi a quarantamila postando quotidianamente la smorfia cabalistica nonvaliunquazzo. Renzi ha asfaltato tutti, vero, ma nel paese nessuno si è accorto dei benefici del suo operato, tranne te e qualche fanatico riottoso ad aprire gli occhi.

Ripeto, Renzi è un geniale venditore di pentole e materassi, ma questo al pese non serve, ma siccome siamo italioti immaturi, purtroppo milioni di pecoroni danno fiducia all'illusionista di turno. Spocchioso, arrogante e anche ignorante volendo. Sai, tanti anni fa due tizi, almeno inizialmente, entrambi pazzi ed accomunati da manie di grandezza, "asfaltarono" i nemici, finchè arrivarono i nostri e li fecero fuori.

Uno a piazzale Loreto, l'altro suicida. Non è un bel "asfaltare", non trovi? Egregio sarai te, io non sono qui per dirvi chi votare. Dovresti saperlo, l'ho scritto decine di volte, io esprimo il mio pensiero, non voglio convincere nessuno e nessuno convincerà mai me!

Saluti carissimi a tutti. Condivido anche la risposta di Gabri all'ineffabile infrangibile immarscescibile lo dico con un po' d'invidia Anglio. I nasi sgrugnati guariscono dopo un po'. Salvuzzu beddu calmati, tanto non cambia nulla.. La " Democrazia" occidentale è una leggenda, ma a te risulta che gli interessi che paghi su una cartella esattoriale siano gli stessi che lo Stato ti corrisponde quando ti deve dei soldi?

Mai avrei pensato, in questi venti anni, di dover dare ragione a SB. Renzi, mettetevelo in testa piddini fulminati sulla via di Damasco, nuovi devoti del messia che avanza, non fa prigionieri.

Politicamente parlando, Atttila in confronto era un buon samaritano. Se vi va bene, siete come lui. Altro che lista di proscrizione dei 5 stelle: Salvini a Palermo, viene contestato da alcuni ragazzi. Roma, il Papa benedice il campo rom. Dopo , suppongo, due paroline di conforto alla numerosa parentela dello zingaro che ha tentato di sparare col kalashnikov al benzinaio..

E' che roma è aristocratica e popolare allo stesso tempo, oro e sangue, giallo e rosso. Un misto di nobile zozzeria che solo i buongustai sanno apprezzare.

E tu, fatta salva la giusta attenzione per la linea, mi sa che buongusti eccome! Ho girato il mondo, io. Favolosa, epica, grandiosa, stupenda e memorabile la "zozzeria" di Roma antica e nuova-come nota oggi Verdone. A questo proposito ti ricordo una vecchia battuta on twitt: Encolpio, traendosi su da un mucchio convulso di corpi, grida al compagno: Ehi umileb, la Papessa vuole farci capire che anche su i muri dei cessi e nei cioccolatini stellati della Perugina si nasconde una sterminata cultura.

L'importante è essere abbastanza colti da capire dove il cinguettio voglia andare a parare con la sua battuta o citazione. Mica roba da tutti. Se per esempio leggi Susi bocca golosa dietro quel numero potrebbe nascondersi un universo, magari anche letterario, che ne sai? Ucraina, califfato, crisi greca e non solo Ah , come rimpiango le mezze stagioni O almeno la gente questo si aspetta da me, in questa autoproclamata "buona società".

Certo che messo sotto quella luce, twitter improvvisamente mi piace. Dove altro la posso trovare una conturbante signora che mi cita a memoria versi piuttosto spinti? Vedo con piacere che ti è perfettamente chiaro anche il significato di quel "glubit", che secondo la mia prof di latino doveva essere "deruba della virtù " Non ti sto a dire le traduzioni mie e non solo quando ho capito cosa significava Non fosse per questa crisi in Russia avrei detto che sono abbastanza felice.

Ma mi accontento di essere un tantino compiaciuto per come vanno le cose. Renzi è riuscito a far capire al serpe come si sono sentiti quella parte di Italiani che non lo votavano durante questi ultimi venti anni.

Ma contemporaneamente vedi di pendere anche un tantino di più verso sinistra. Silvio Berlusconi che teme una deriva autoritaria di Matteo Renzi è l'immagine più evidente della verità andreottiana: Anche l'ultimo argomento di Zuc "venuti al mondo come conigli" è decaduto, e nessuno se lo fila più, e il blog si trascina, stancamente e tristemente, verso l'epilogo. Coraggio amici temporealisti, che ci siamo quasi. Ancora poche scemenze e arriviamo a quota mille. E il direttore avrà raggiunto il suo scopo.

Per i con-blogghisti antiammerigani. Certo Phlipp Breedlove, the general, is a fanatic fascho: La loro storia è antica e per certi aspetti blasonata: Contro Cesare-con riferimento ai suoi poliformi orientamenti sessuali: Ora agli incroci delle strade e dei vicoli scortica i nipoti del magnanimo Remo".

Il più citato fu: Twitter è la versione social delle scritte sui cessi. Ho smesso ai tempi del militare e non mi pare il caso di ricominciare alla mia età. Coordina ma non comanda, come accade per esempio nella politica monetaria o in quella agricola. Infatti Mogherini non è un commissario europeo ma solo un alto rappresentante. Non ho capito chi. E' il vecchio sogno berlusconiano in cui votano solo i capigruppo. Sicuramente la proposta dev 'essere venuta da renzi, che come sappiamo è il nuovo berlusconi.

Mi aspetto che la minoranza dem venda cara la pelle! PS per gabri non Ti preoccupare dell' "abbraccio" del destro che sarei io: Sempre stati socialisti in famiglia meno un fratello e una sorella di mio nonno, folgorati sulla via di Predappio e in quanto socialisti, per bilanciare Gabritremila, carissima non penso che Tu se posso mi accomuni a chi nutre fiele nei Tuoi confronti.

Sembri essere una piddina molto seria e moderata e, semmai dovessi votare per quel partito, voterei per una come Te. Ti credo anche molto più laica credente o no, non importa di quanto non Ti piaccia farci sapere. Buono per sottotwitter 1. Bracconi chi, quello che dice all'utente ma sia zitto, lei non sa leggere nemmeno una homepage ahahahah?

Quello che definite "cartone animato" sta sull'altro "cartone animato", Bracco"ni Baldo Show! Il conflitto di interessi c'è anche se sei semplicemente proprietario di una salumeria. Su su, Dottoressa, ma quale fiele? Concorre per caso alla poltrona di ministressa della cultura bacio perugina? Dica a Zucconi che in quanto a pensiero usa e getta si continua a preferire il tiggizero e se riesce a convincerlo si faccia dire per toglierci una curiosità: E poi dicono che nella isole britaniche alberghi il sense of humor Non è' vero il viceversa.

Ossia chi viene allevato come i polli in batteria a merendine e twitterini ben difficilmente sarà' in grado di esprimere un concetto complesso , anche se gli si mette a disposizione tutti i caratteri che desidera. Saranno sempre o troppi o pochi. È il concetto sarà' andato a bungabunga. Ma non lo giochino, il giochino, per favore le persone adulte serie. Mi ricorda un certo modo di trasmetterci "segretI" da piccoli 8 o 10 anni, per dire Bastachirizzi cosichirizzi ne ho i cucuchirizzi pienichirizzi di twitterchirizzi!

E non diciamo niente , per rispetto del direttore , della faccenda dei followers e dei following , il becchime giusto per polli matti, in una batteria di caratteri. Tra i quali figurerei anche io, messomi in corteo, quando, come Augias, non avevo ancora capito Sei pure riuscito a scrivere "quazzo", cosa vuoi di più dalla vita? Molto più spesso viene usato come palestra per giochetti di parole, considerazioni sommarie, volgarità spesso anonime; cosa che una volta apparteneva solo ai pizzini mafiosi.

Insomma, come strumento di discussione e comunicazione è scadente e anche come passatempo è insoddisfacente. Ma io, zuccone dalla nascita, insisto. Pare che il noto intellettuale laicista Corrado Augias abbia maturato la decisione di abbandonare Tuitter mentre il Direttore, pur condividendo le motivazioni di Augias, è restio a lasciare la esiziale piattaforma informatica sintetica, ipercinetica e giovanilistica che sta dando il suo contributo al rimbambimento dell'Umanità.

Certo, anche le piattaforme che permettono la pubblicazione immediata di terrificanti pippardoni prolissi, ampollosi e, talvolta, astrusi, presentano gli stessi difetti di tuitter.

Infatti anche i normali blog sono funestati dalla allarmante presenza di utenti che pubblicano commenti infarciti di ragionamenti apodittici privi di nesso logico oppure di utenti che usano un linguaggio triviale.

Mah, io consiglierei a tutti gli utenti del web indipendentemente dalle piattaforme che usano di stemperare i toni e smetterla di postare compulsivamente dei ragionamenti apodittici, sommari o maleducati. Zucconi e' nato troppo presto per il " 68 " o il "68 " e' nato troppo tardi per Zucconi? Non è manco in grado di comprendere di essere solo una bella statuina Io votavo liberale perchè non mi piaceva la dc e poi formavano il governo insieme. Corsi e ricorsi storici.

Roma prova il quartiere a luci rosse A quando le marchette contributive e non più retrobuttive? Sono un paio d'anni che la Papessa 3. A Pape', t'abbiamo capito. È che probabilmente ci frega ma mazza di Twitter qui. O forse noi siamo proprio quei "tutti" di cui il grande Passero fa volentieri a meno.

Ringraziamo comunque Zucconi per offrirci questa stia dov'è invecchiamo come acide galline, ci divertiamo con poco e in fondo ci vogliamo bene Ciao, sai quante volte ho detto le stesse cose? Purtroppo in Italia chi viene eletto sembra che non venga eletto perchè di un partito ma viene eletto come persona rappresentante un certo numero di votanti. E per questo motivo è libero di spostarsi in quanti partiti vuole. A mio avviso, sarebbe ora che cambino le regole che se non sbaglio sono nella Costituzione e quindi di difficile modifica.

Twitter e i caratteri! Poteva anche essere una buona idea, ma si è rivelata una enorme cavolata e per tenerlo in vita hanno permesso di aggiungere filmati e immagini, immagini poi che contengono pippardoni ben superiori ai caratteri permessi con la digitazione sulla tastiera.

Non do giudizi particolari, ma non lo considero un sistema di relazionarsi efficacemente per esprimere le proprie idee. Renzi a Porta a Porta aperta lo chiamavano Cloaca. Non uso e non so usare twitter.

Spero, lo dico senza ironia, di conoscere un giorno davvero la ns. Gabritremila e di farmene spiegare da lei l'uso. Ma che vuol dire sintesi efficace?

Twitter incoraggia le abbreviazioni, i concetti sincopati ed approssimativi. Mi pare funzionale a chi scrive anke per anche e nn per nessuno. Gia' oggi non si sa più' scrivere a mano. Domani non si saprà' più' scrivere su una tastiera. Sono sempre più' convinto che Twitter sia uno strumento di degrado del pensiero. E lo dico leggendolo qualche volta. Non si capisce perché' sara' giudicato positivamente solo se lo fa in non più' di E tutto il resto diventa sproloquio inutile.

Non dipende dal numero dei caratteri. A parte che c' e' un modus, un garbo una eleganza, ma anche una stringatezza e una durezza se necessaria nel colloquiare, che va a bungabunga con Twitter. E' da un poco che su Repubblica. Oggi per la prima volta ho aperto il link ed è partito un filmato con questo ragazzo con la cuffia mentre gesticolava e presentava credo il filmato, l'ho guardato per qualche secondo e ho chiuso.

Esprimo il mio parere e dico che non mi piace o almeno non è il genere di performance artistica che mi piace. Saluti e buon appetito. Attenzione, il nemico ti ascolta! Il Direttore ci legge, potrebbe risentirsi ai nostri sbeffeggiamenti di Twitter e lasciarci senza spazio per ripicca. TW non è per tutti. Ora che molti lo hanno provato si possono valutare le carateristiche di questo mezzo. Lo usa bene, anzi benissimo, che ha buone capacità di sintesi efficace. Zuc, annunciando il ritiro di Augias, scrive: Chi meglio di lui ha la battuta rapida e sapida?

Alcuni suoi twitt sono "storici". Lo seguo anche per divertirmi, lo confesso. Particolarmente stupide e irritanti le valutazioni dei soliti idioti catto-bolscevichi su Washington. Nella mia vita ho conosciuto bene gli USA ed anche molte del cosidetto "establishment". Esiste una Ragion di Stato prevalente sui governi e sui presidenti?

Parigi, Berlino esistesse una volontà unica! Grazie bravi della notizia sfuggitami. Insomma il capo di Twitter lo definisce uno sfogatoio di frustrati e violenti. Ma la cosa che mi ha colpito di più' e' la precedente prefessione di Mr. Costolo , dosi' si chiama l'attuale numero 1 di Twitter che arranca anche in borsa: Anders Fogh Rasmussen , intervistato dal quotidiano britannico Daily Telegraph, ha affermato che nei piani di Putin potrebbe esserci l'attacco ad un Paese Baltico per testare la capacità di reazione dell'Alleanza atlantica.

Fusse che fusse la vorta bona! Twitter in difficoltà, il sistema non riesce a fermare i troll che infestano la piattaforma e causano una continua defezione di utenti della prima ora. Esistono patti segreti, molto segreti, che non verranno mai svelati; e capi di governo di importanti nazioni che sembra rappresentino solo loro stessi, ma sono ambasciatori di interessi globali di mezzo continente e forse più.

La cancelliera Merkel e il presidente Hollande saranno a colloquio con Putin: E forse non hanno neppure il mandato, quello giusto, per offrire un nuovo confine per il Donbass ucraino in cambio del disinteresse russo futuro verso la Grecia. Purtroppo il leader europeo che aveva le maggiori chances di rabbonire Putin era il suo amico fraterno Silvio ma credo che la Digos non abbia ancora restituito il passaporto confiscatogli in seguito alla condanna definitiva per frode fiscale.

Mediazione crisi Russia-Georgia Accordo con la Libia Azione italiana per la pace in Medio Oriente Neanche io lo seguo, solo che ieri non avendo nulla di interessante sul blog ho cercato su google Zucconi twitter e ho trovato quelle perle di saggezza. Ormai è nel tunnel di quel social network e non ne uscirà tanto presto Questa Europa è la massima espressione democratica del momento.. Capisco l'ora, ubimel ha smontato.. La domanda è lecita: Ma i casi sono due: Opterei, visti i risultati, per la prima ipotesi.

C'entra invece quella testa di Travaglio di Travaglio Ha ragione Finkielkraut, esiste un razzismo dell'antirazzismo, è innegabile che la Kyenge sia stata fatta ministro solo perchè nera,un cammeo da esibire come benemerenza, non aveva nessuna qualità particolare, parlava l'italiano con accento francese , cosa particolarmente irritante, ma quello che trovavo assurdo era il continuo perorare nuove accoglienze di africani, naturalmente a carico di pantalone, ma la sinistra non si disperi, tra anni a questi ritmi immigratori la silhouette della Kyenge sarà dell'italiano medio..

Tutti i nostri discorsi sull'integrazione dovrebbero partire da chi dei due è veramente l'italiano. Che tu ci creda oppure no il casino attuale non sono stato io a volerlo. Le colpe dei padri ricadranno sui figli e su questa nota permetti che mi ruotino. Sappiamo tutti, chi per un motivo chi per l'altro che i nostri beneamati governanti passano le giornate a mostrarselo a vicenda per stabilire chi ce l'ha più duro L'ultima saga degli acquisti da stalla mi indigna non poco.

Pensa, mi piaceva uno di Scelta Civica, e cosa mi va a fare!!? Gli antirenziani di preconcetto del blog si agitano come tifosi suonati. Ecchecavolo, un po' di classe. Non c'è stato alcun dolo o vantaggio da parte degli amministratori, altrimenti sarebbe scattato il reato di abuso d'ufficio.

In primo grado, la corte dei conti ha stabilito che gli amministratori dovevano risarcire la differenza per il danno procurato ognuno secondo il proprio grado di responsabilità; renzi doveva cacciare euro. Adesso pare che in appello la condanna sia stata annullata. Se il fatto quotidiano non trova nulla di meglio a cui attaccarsi, significa che davvero renzi, fino ad ora, ha rigato dritto. Io spiegavo solo che il danno erariale non è un reato.

Comunque, per esprimere un qualsiasi giudizio, aspetterei di leggere le motivazioni contenute nella sentenza quando verrà pubblicata. Per entrare a far parte di una comunità di intoccabili traffichini. Oggi, Ubimel, non domani. La legge non è uguale per tutti. Pesi e misure sono differenti già nei ranghi di appartenenza della casta. Figurati per un tapino fuori casta.

Io non mi riferivo a quella particolare diatriba su Renzi e sul suo operato da presidente della provincia. C'è sempre da lamentarsi volendo! Oppure di un serpe? Purtroppo fino a quando non ci sarà una punizione reale per ogni infrazione alle leggi staremo sempre qui a discutere.

Secondo me, quella di calderoli era una dichiarazione d'amore, a modo suo. Se la corte dei conti avesse ravvisato un illecito penale, civile o amministrativo, avrebbe dovuto passare le carte ai tribunali competenti.

Il fatto stesso che abbia emesso una sentenza significa che non c'è alcun illecito, ma solo che secondo la sentenza di primo grado l'amministratore, pur non commettendo alcuna violazione, ha erroneamente fatto spendere di più all'erario. Ciao marino, e a te chi ti paga? Visto che poi tu hai ben poco a che vedere con la tua ex Patria. In questo momento bisogna comunque dare atto ai senatori M5S che in Senato, tutti gli altri indistintamente continuano a proteggere la loro casta in modo compatto!

Ma come se non fosse neanche un'offesa personale e come se fosse un linguaggio adeguato al ruolo e all'Istituzione nella quale si dovrebbe prestare il proprio operato comportandosi da esempio per i comuni Cittadini. Chiediamo certo agli immigrati di diventare come noi, carlovit Ma non prendendo di noi il peggio! In senso culturale e comportamentale Credo sia una esperienza capitata a molti: Uno con quelle capacità medianiche e miracolose, lo farei Presidente del Consiglio al posto del Magnifico E se scivolando giù dalla nave si fosse messo a camminare sulle acque?

Non ci avete pensato? Per quel motivo rimase tutto asciutto, forse In questi giorni alcuni media tendono a raffigurare Tsipras come un feroce bolscevico fanca.. In particolare mi pare che gli opinionisti liberali non si capacitino di come ci siano in circolazione degli sciagurati che vorrebbero non pagare i debiti.

In pratica ripagare i debiti sembra essere una delle Pietre Angolari del Liberismo, un vero e proprio Valore Non Negoziabile. E la Germania della Merkel è uno dei Paesi che si battono strenuamente per non concedere gli "sconti" che chiede Tsipras. Ma wiki alla voce: In sala comando dovrebbe essere presente un cronografo completo di azioni sequenziali scatola nera Quello "ucraino" per intenderci.

Cosa che fanno tutti da sempre. Anche perché l'irrazionalità è una sfida, una risposta volutamente incoerente e sentita come necessaria per difendersi da istanze troppo pressanti. Si sono sentiti molti discorsi sull'irrazionalismo tedesco generato dal temperamento prussiano. Schettino ha compiuto una stratosferica minchiata. Dopo aver aperto la Concordia come una scatoletta di trippa Simmenthal, mentre si inchiappettava la sgualdrina moldava, è riuscito a far appoggiare il bestione su di un lato, salvando migliaia di persone.

E chi lo dice? Non fosse perchè ci sono tutti quei morti che chiedono giustizia, mi sentirei di dire al comandante Schettino Non voglio più sentire nominare il tuo nome Hai ampiamente dimostrato chi sei e quanto vali come uomo. Eh, ci sono toscani e toscani. Al male nostrum insomma Pur essendo molto amareggiato perchè il PFA non mi permette di inserirmi nell'appassionante dibattito sulla palese superiorità del Popolo Toscano nei confronti degli altri Popoli Italici e anche di ogni altro Popolo del Pianeta Terra , provo a intervenire sul tema delle responsabilità del Comandante Schettino.

L'amico bravi sostiene che non bisognerebbe avere nessuna pietà per il Comandante che ha abbandonato volontariamente la nave prima che tutti i passeggeri e i membri dell'equipaggio fossero tratti in salvo, ma mi pare che sussistano tutt'ora dei dubbi sul fatto che Schettino abbia abbandonato volontariamente la nave come ritiene l'accusa. Infatti Schettino ha detto che: Davvero sono scivolato, ed era impossibile risalire su una nave ormai inclinata del 70 per cento".

E quanto alle ricchezze, non vi è comunità che non abbia avanzo di danari in pubblico [ Et nel loro paese sempre entra ed è portato danari da chi vuole delle loro robe, lavorate manualmente: Oggi come anni fa, l'Alamagna persegue la stessa politica, e ritengono che tutti dovrebbero seguirla: La difesa chiede 3 anni per Schettino!

Eppure si sa esattamente tutto quello che è accaduto. La colpa è del comandante, gli altri ufficiali hanno le loro colpe, ma quella del comandante che dopo una collisione del genere non ha ordinato l'abbandono della nave immediato poi non ha fatto isolare manualmente la zona della falla e infine se ne è sceso dalla nave prima degli altri, senza neanche avere con se una ricetrasmittente per almeno coordinare l'abbandono della nave stando con i piedi all'asciutto.

Dimostrazione che i registri delle esercitazioni che riportano le esercitazioni fatte erano solo scritti, senza averne mai fatte di esercitazioni tanto che nessuno sapeva cosa fare. Perfetto marino, e ubimel Anche io non mi sono mai integrato totalmente, anche in posti dove ho vissuto a lungo. È' un fatto caratteriale, penso voglia dire di avere molta resistenza ad assorbire il male dei luoghi in cui si vive, cosa che sarebbe invece la caratteristica fondamentale per potersi integrare bene.

Forse il proprio male impedisce di assorbire il male altrui. A Brighton mi rifornivo da un pakistano che per friggere usava, credo, l'olio della macchina. A suo modo caratteristico. Sempre meglio di un preteso ristorante che serviva una pretesa ricetta italiana consistente in una pretesa pastasciutta con pezzi di pollo lesso e piselli scongelati. I beoni nei pub invece fanno effettivamente un po' senso. Fissano la pinta e se la sorbono con una lentezza funerea, sembra che debbano mettersi a piangere da un momento all'altro.

Poi vanno al bagno e la fanno dove capita, peggio dei cessi dell'olimpico ma di gran lunga. Non mi sono mai integrato in nessuna parte del mondo. Sono stato un integratore al contrario. Apprezzo il tuo aiuto, forse è come mi spieghi.

Ma sarebbe utile che intervenisse il Direttore. Ma quello che più mi ha destato meraviglia è il silenzio assenso dei suoi follower che hanno dato le più svariate risposte con tanta semplicità da dimostrare che avevano compreso nei minimi particolari il pensiero del Direttore. Protesto vibratamente contro il Perfido Filtro Algoritmico che impedisce la pubblicazione di un mio sapido commento dove parlavo della evidente e conclamata superiorità del Popolo Toscano nei confronti di ogni altro Popolo del Globo Terracqueo.

Ringrazio safety ed altri per avere un giudizio diverso dal mio sul campanilismo esasperato ho esagerato nel chiamarlo razzismo dei toscani. Del resto in Toscana ci vivo quasi bene da 20 anni. Comunque , a proposito del sindaco di origine campane, dovremmo per esperienza sapere tutti che chi si è ben integrato, è' perché' ha assorbito all'eccesso le caratteristiche del luogo in cui viene accolto, soprattutto le peggiori Carissimo bravi, secondo me il Direttore intendeva dire questo: Se uno dice, con sicurezza, che gli asini volano, tu non sarai mai in grado di dimostrare il contrario, o meglio, per dimostrarlo dovrai fare uno sforzo immane.

Per cui il teorico del complotto, troverà sempre qualcuno che gli crede, non fosse altro che per pigrizia. Questo è ancora più chiaro. Si riferisce a chi, su tutto questo, specula e guadagna vendendo libri, dvd, programmi tv ecc.. Non so se sia l'interpretazione giusta. Latte in crisi, chiusa una stalla su cinque: Gli svizzeri sostengono e finanziano i loro contadini, specie quelli di montagna, dovremmo farlo anche noi, il settore dovrebbe essere protetto dall'Unesco altro che quote latte, io la Merkel la prenderei a calci.

In tutta onesta , della conversione sul letto di morte di Malaparte ne avevo parlato con Frenz, esiste anche una bella foto con Togliatti che consegna la tessera del PCI a Curzio steso nel letto d'ospedale. Naturalmente, i miei apprezzamenti escludono a prescindere le toscane che hanno sposato i presenti!!

Scusa safe, non avevo letto quella riga!! Le romane, dietro l'apparenza di trucidone mangiauomini allupate, prima di mollarla possono volerci mesi e anni. Non per virtù morali, figuriamoci, ma proprio per str nzaggine. Meglio le toscane, dunque. I toscani razzisti mi sembra eccessivo. Le toscane, come ho già avuto modo di notare, sono mediamente le tedesche d'italia, nella prontezza con cui passano dalla fase di innocua limonatio a quella che ben completa la rima.

Che avrei fatto io? Che c'entrano i teaparty? E' evidente che dai troppa importanza a quello che scrivo. In realtà non bisognerebbe generalizzare: L'immagine del tetesco terminator è speculare all'italiano baffi neri e mandolino.

Curzio Malaparte aveva davvero una grande padronanza della scrittura. Peccato che fosse un po' razzista, come molti toscani.

Ma non molti la conoscono questa caratteristica dei benedetti toscani, che solo superficialmente potrebbe essere intesa come una esagerazione patologica della loro presunzione. La quale è' a sua volta la conseguenza dell'orgoglio legittimo di appartenere ad una terra privilegiata.

I toscani sono spesso, specialmente nei rapporti con i non-toscani, iperbolici e integralisti, tutto sta a prendergli le misure. Gimignano, pur non essendovi residente; quando gli chiesi il motivo della scelta mi rispose: Nardella, attuale sindaco di Firenze, non è originario del Mugello o del Chianti, è di Torre del Greco, ma mi pare che si sia ambientato benino Posso tranquillamente affermare che si trovano in Toscana molti più' "prevenuti" verso i meridionali di quanti ve ne siano in Piemonte Lombardia o Veneto.

Ecco, appunto perchè non si scherza. Prima, fervente sostenitore del fascismo, altrimenti detto "tutti sul carro del vincitore". Poi critico e oppositore dello stesso. Della serie "Calamo che c'ammazzano"! Detesto chi specula sulla nostra irrazionalità" - - A me sembra chiarissimo Quando l'ho letta la prima volta, poi l'ho riletta ancora quattro o cinque volte e alla fine ho capito che sono troppo ignorante.

Infreedecline, mi hai ricordato un autore minore che ho letto in gioventù e che mi fu molto caro: Il caporale Asch, il tenente Wedelmann, Lusshke, i drammi di quei soldati che, pur odiando tout court il militarismo, si ritrovarono in Russia con una batteria di L'importante è che siano state scritte. Ho sempre trovato difficoltà a dialogare con persone impaurite Perdono lucidità e diventano pericolose C'è da capirlo, Tsipras pronunciato alla vandoliana e il neo-dem Reanzie stanno minacciando pericolosamente il fortunato connubio del suo DNA: La dura e cinica crudeltà al servizio dell'amore filiale e viceversa.

Il tutto condito dalla più grande presunzione possibile. Come fa quel proverbio nelle terre di dalfuturo che va dal saggio al mona? Quando un governo ha le casse vuote potrebbe giungere al punto di vendere le coste o un pezzetto di esse. Pare, sembra che, dicono che Tsipras abbia ricevuto una telefonata da Putin.

Il terminal di un oleodotto? Anche Obama ha telefonato, ma per motivi diametralmente opposti. Confermo, Valcatt, io non ho mai avuto bisogno di una impegnativa "voglia di lavorare" perchè ho sempre avuto la fortuna di svolgere un lavoro che mi piaceva.

Odifreddi una volta ha detto: La stessa cosa vale per me, sostituendo informatica a matematica. Sono un popolo malato, un krankers volk" Non già che temano la morte: Il male di cui soffrono è misterioso.

Hanno paura sopratutto degli esseri deboli, degli inermi, dei malati, delle donne, dei bambini. La loro paura ha sempre suscitato in me una profonda pietà. Se l'Europa avesse pietà di loro, forse i tedeschi guarirebbero del loro terribile male". Pare che il Magnifico abbia promesso 80 euro ai senatori di Scelta Civica. Mario Monti li ha sdegnosamente rifiutati. Di cabellen ho capito una cosa, che mi è evidente e chiarissima: E continui a dire che è di destra , hai sicuramente ragione è alla destra dei soviet questo è certo.

Aridatece Zucconi, anche sotto mentite spoglie. Tutto va bene, purché sia presente! Non essendo possibile dimostrare un negativo Detesto chi specula sulla nostra irrazionalità " - - A me sembra chiarissimo Non possiamo imputare all'Europa i danni fatti da coloro i quali all'Europa si opponevano e si oppongono.

Buonanotte a tutti il prossimo che mi dice che sono di destra me lo mangio domani, quindi. Ma la prima mossa spetta a Tsipras. Deve mettere nero su bianco le sue proposte. Sulle macerie della grecia, stai ancora a pensare che la soluzione dei problemi dell'economia sia lo stato. Funziona esattamente al contrario, ma non vi guardate mai intorno? Meno indignazione e più concretezza, se vogliamo davvero stare dalla parte dei greci.

Io sono assai orgoglioso di essere un liberista, perchè solo questa è la strada stretta per arrivare a una società più giusta. E non solo per ragioni economiche. Una buona percentuale del quale è in mano proprio alle banche greche che lo usano per garantirsi la liquidità fino a oggi.

Come puoi dire che non è un problema? Sono anni che la grecia non riesce a finanziarsi emettendo bond a lungo periodo, e da qua la necessità di ravanare dalle tasche della gente ogni singolo centesimo che spende. Quando le fai, ti invito a concluderle con un bel "dàlli all'untore! Safety a me il problema dei fannulloni sembra trascurabilissimo. Se tu sei dell'idea che il pubblico impiego sia la zavorra dell'Italia, se tu sei dell'idea che il Jobs Act offra ai poveri e tartassati imprenditori l'occasione di non sottostare al giogo del costo del lavoro, allora sei non solo un liberale ma anche un liberista, più o meno come Gabri e come Ubimel.

Votare PD non è una contraddizione, oggi che il PD ha svoltato a destra. Anch'io l'ho quasi sempre votato, più che altro per stare dalla parte opposta di Silvio. Io non ci sto a questo assurdo gioco di criminalizzare lavoratori e disoccupati.

Ai greci, stezza fazza stezza mazza di debiti và dato più tempo, i debiti vanno pagati ma mi risulta che l'usura sia sanzionata nei paesi democratici.. Anche se mancano, in teoria, pochi giorni, è' ancora una guerra di trincee, frafois. Credo che mollerà' qualcosa in più' l'Ue. Nei prossimi giorni verrà' studiata la strategia di comunicazione. È' quella che non è' ancora a punto. Non faccio l'indovino, e forse è' solo la mia speranza. Parlo un po' per esperienza. Ma sapessi quante volte, in epoca democristiana, sembrava che ci fossero solo due alternative, o A o B.

E poi all'ultimo istante spuntava quella C, imprevista da tutti, che metteva apparentemente tutti d'accordo Ma i liberali continuano a cianciare dei danni provocati dalla "cultura dei diritti" non controbilanciata da una "etica del dovere". Di quale dovere stanno blaterando? Caro Cab, giunto alla non ancora venerabile età di 53 anni, ho comunque scoperto che una consistente parte del mondo del lavoro maxime pubblici dipendenti, in secundis dipendenti privati parlando di etica del lavoro, conoscono una parola su tre, la preposizione, volendo essere precisi!

Abbiamo sentito il nostro grillino in servizio permanente concionare sul fatto che si lavora per vivere e non si vive per lavorare, troppe volte ho sentito dire: Ma caro il mio lavoratore, non lo sapevi che nel pubblico impiego, se fai parte della "manovalanza", vieni pagato veramente poco?

Nel momento nel quale ci vorrebbe veramente un Patto fra Stato e lavoratori per cercare di uscire, tutti insieme, da questo merdaio, sento la Camusso che si scaglia contro i padroni, colpevoli di cercare altri lidi per le loro attività, meno onerosi e meno aleatori di quelli italici Non c'è' da aggiungere una virgola all"indignazione di cabellen. Svicolo un pochino segnalando una chicca nell'articolo sulle neo fazioni in cui si starebbe frantumando FI.

L'articolo riporta le foto degli esponenti di spicco. Ora tra i berlusconiani puri cerchio magico 6 su 9 sono donne Tra gli amici dell'ex macellaio Verdini 1 su 6 è' donna Tra quelli della nullità' Fitto 1su 8 è' donna. Mi pare evidente, senza scomodare Bernoulli , Posson o Gauss, che la distribuzione dell "inner circle" sia , come dire, un po' particolare Forse Odifreddi avrebbe apprezzato questo mio post!

Sono d'accordo anch'io che la grecia fuori dall'euro è l'ultima cosa che dovrebbero volere gli eurocrati, se non altro perchè la loro stessa esistenza dipende dall'esistenza dell'Euro senza il quale Junker o Katainen ritornerebbero ad essere quel che sono, cioè insignificanti rappresentanti di Paesi insignificanti. E infatti la cosa più normale sarebbe stata intraprendere una trattativa, facendo il muso duro, magari, minacciando, prendendo anche iniziative ma lasciando un po' di spazio, e alla fine concedere qualcosa da una parte e dall'altra.

Invece la mossa della BCE è una mossa di guerra. Una mossa chiaramente non concordata coi Paesi membri, i cui rappresentanti senza palle Renzi e Hollande sono stati costretti ad accettarla a cose fatte. Che se Tsipras cedesse su qualcosa, darebbe l'impressione di avere ceduto al ricatto.

Non tanto per le proteste di piazza, quanto perchè l'esercito sta buono solo finchè Anel sostiene il Governo. Ubimel non sono per niente d'accordo con la tua impostazione. Il compito di uno stato è quello di proteggere i cittadini, e le circostanze di crisi sono proprio quelle in cui questa protezione è più importante.

Non è affatto vero che la principale preoccupazione di uno stato debba essere la "crescita" o "l'economia sana" che sono chimere utopiche non meno della redistribuzione a costo zero. Lo stato non è un mediatore fra l'economia e i cittadini. L'economia non è affatto una macchina meravigliosa che provvede ai nostri bisogni, ma è qualcosa che deve subordinarsi alla politica, altrimenti provvede solo agli interessi di pochi. Ne abbiamo abbastanza di questa trentennale schizofrenia che ci ha portato a osannare la libera circolazione del capitale e la libera realizzazione del profitto.

Il risultato è un pazzesco disequilibrio fra i redditi elevatissimi delle grandi aziende e le depressioni salariali dei nostri paesi, e il fanatico gioco finanziario del denaro che ha fatto esplodere negli ultimi anni la grande crisi.

Ne abbiamo abbastanza di sentire cretinate sul "welfare allegro" che avrebbe dissanguato le nostre casse statali. La mefitica allegria è invece la libertà che abbiamo concesso ai grandi affaristi di giostrare capitali e aziende e di non pagare tasse, lasciando l'onere di sostenere i servizi pubblici a cittadini già provati dalla recessione.

E per fortuna che il nostro paese ha qualche risorsa di risparmio case, affitti, pensioni per tamponare la crisi. Frafois Nein Grecia fuori dall'euro. Ci scommetto 1 Euro! Per quanto di alto livello, la BCE è' solo una istituzione "tecnica". Non è' tenuta a trovare soluzioni politiche. Ma come ha detto in più' occasioni Draghen mi piace da un certo punto in poi sono i politici a dover decidere.

Vedrai che appena i politici si accorderanno magari proprio su una soluzione tecnica suggerita da BCE; ma questo è' il pi randelliamo Gioco delle Parti Sul groppone dei soliti noti, magari non solo greci. Rosalba Il debito della Grecia non è un vero problema. I creditori di 4 anni fa, principalmente banche tedesche, hanno ceduto i loro titoli alle istituzioni europee, BCE, fondo salvastati e Fmi.

Trattandosi di organismi nati per sopportare le crisi, venire incontro alle richieste greche non sarebbe un problema. Il problema è il programma di austerità: Ma, al di là di questo, la mossa di oggi della BCE è davvero grave. È come se, mentre sono in corso trattative politiche e diplomatiche per evitare una guerra, un generale, di sua iniziativa, schierasse l'artiglieria sul confine.

La Grecia deve usare la liquidità di emergenza. Ormai non c'è più margine di trattativa: Cartoline del pubblico Qualche vecchietto se le ricorderà' sulla Domenica del Corriere Beh, la cartolina di oggi sul servizio pubblico di televideo Rai è' questa: La nevicata siamo a Febbraio, eh!

Non posso credere che zavoli abbia mai detto assurdità simili sul patto d'acciaio noi fummo in realtà molto più seri dei tedeschi. Allora l'UE attacca le flebo avvelenate ai pazienti.

Si vede che è guidata da sadici che godono delle disgrazie dei bambini. Credo fosse un programma storico di Zavoli di qualche anno fa, una interessante analisi dell'alleanza italo tedesca della seconda guerra mondiale..

In questa alleanza i due paesi hanno dato il peggio di loro stessi.. L'Italia insincera con i suoi mille distinguo frutto della sua storica insicurezza ma anche da un'etica da sempre troppo debole , pronta ad ogni compromesso Di gran fretta solo per dire che i media internazionali commentano in modo diverso, rispetto a questo sito, l'incontro tra i ministri greco e tedesco.

La borsa di atene prende fiato, speriamo bene. Scusami anglio se non ti rispondo ma sono di fretta. Gli imprenditori veri, e ne ho conosciuti alcuni, rifuggono dal populismo lacrimevole.. Tra le cose dette da carlovit oggi ve n'è' una geniale , secondo me. Quella dove individua nella Germania il nemico dell'Euro e aggiungo io dell'Europa. Si' , sono d'accordo.

Non l'hanno metabolizzata sta cosa dell'Euro, gli è' rimasta sul gozzo. Giustissimo, ma definendo anche alcuni limiti alle due cose, il giusto compenso rapportato alla floridità dell'azienda che è anche dovuto ai dipendenti che ci lavorano, giusto profitto agli imprenditori tenendo sempre conto che parte di quel profitto sia destinato all'azienda e non ai paradisi fiscali, magari poi piangendo miseria e chiedendo aiuti allo Stato.

Vedo che gli amici del blog continuano a dibattere su quale sia la esatta collocazione post ideologica d' i' Renzi. Gli ultrarenziani più fortemente post ideologizzati si indignano quando i Nemici d' i' Renzi dicono che la allarmante titubanza del governo nel varare il ddl anticorruzione è un chiaro segnale di come esistano delle evidenti affinità elettive tra il renzismo e il berlusconismo ma anche il centrismo moderato dell'NCD.

Diciamo che gli ultrarenziani sono graniticamente convinti che il renzismo sia una prodigiosa post ideologia moderna che incarna alla perfezione la Sinistra Riformista del Terzo Millennio. Invece i piddini non-renziani, osservando come il renzismo sia favorevole alla "depenalizzazione" del falso in bilancio, sono lievemente dubbiosi. Se ho capito bene, i piddini non-renziani sembrano propensi a cercare una sponda nel MoVimento e in SEL per portare avanti il cosiddetto ddl Grasso, mentre i piddini ultrarenziani vorrebbero fare una legge anticorruzione che non dispiaccia a Silvio e Angelino.

A parte il fatto che a Bush padre, conservatore, è succeduto Clinton, democratico. Putin invece, grazie alle leggi che ha voluto, è il padrone incontrastato della Federazione Russa da 15 anni. Non devi scusarti ubimel ci mancherebbe. Anzi ti ringrazio perché' dai a me l'occasione di dirti che nessuno si dovrebbe appiattire su posizioni politiche "precostituite".

La critica il dubbio non di maniera Infatti se tutti ci sentissimo davvero liberi di esprimere una opinione intimamente sentita, sarebbe molto meglio. Alla fine non potremmo non essere sinceri, non potremmo non essere noi stessi.

E le etichette sarebbero inutili. A volte si cerca di scoprire quelle fasulle, che danno tremendamente fastidio, pero' dopo un po' , anche in un blog, si impara a conoscerci Io mi sento libero, davvero, e non ho paura di alcuna vicinanza, E comunque, anche se do' "patenti" talvolta, ma sono tra quelli che cercano di evitare se possibile questa cosa, in realtà' forse in quel momento parlo giudicando anche me stesso, i miei comportamenti.

Pensare che gli imprenditori siano per definizione i nemici della giustizia sociale non mi sembra una cosa molto razionale. Resto convinto che la Torta che vorrei dividere equamente, prima bisogna impastarla e cuocerla, e questa la fanno i cuochi chiamati imprenditori con la loro creatività e rischiando i loro soldi, trovo giusto che il profitto venga prima di altre considerazioni.. Mi piacciono un po' meno chi prende i soldi dallo Stato e sposta la Fabbrica in Olanda..

Sei liberissimo di sentirti in sintonia con carletto, che conosci meglio di me; ma poi non pretendere di dare patenti di destra e sinistra sperando che vengano accettate passivamente.

Il motivo vero per cui mi ribello a certe etichette è che mi vengono date da persone che poi si sentono giustamente libere di flirtare coi leghisti. E io dovrei sentirmi in colpa perchè renzi tenta di ragionare con i principali imprenditori italiani. Per fare quelle belle cose che tu e carletto sognavate, ci vuole un sistema economico sano. La differenza è che speriamo cose opposte. Deve scrivere cosa intende fare. Continuare a prendersela con la Germania non ha molta utilità.

Da quando in qua i debitori morti pagano i debiti? E la Grecia, se qualcuno non se n'è accorto, sta morendo, grazie alle cure imposte dall'Europa.

Questa mattina mi trovo in straordinaria sintonia con carlovit. E la cosa non mi preoccupa minimamente. Ad ubimel dico che il suo post delle Come cantava Nino Taranto, allora: Ribatto solo a quello che secondo lui sarebbe un mio errore di prospettiva: Io mi aspetto che la politica non solo crei le condizioni e blablabla blablabla Sembra ancora del mede- simo Michele una piccola tavola all'aitar maggiore della Chiesa di Mercatale un miglio in circa diftan- te da S.

IN Udine Città del Friuli un cittadino chiamato Giovanni della famiglia de' Nani fu il primo che di loro attendesse all'esercizio del ricamare, nel quale il seguitarono poi i suoi discendenti cou tanta eccellenza, cht non più de' Nani fu detta la loro casata , ma de' Ricamatori. Di costoro dunque un Francesco che visse sempre da onorato cittadi- no , attendendo alle cacce ed altri somiglianti eser- cizj , ebbe un figliuolo Tanno Perciocché quando altri nel cominciare pi- glia cattiva maniera, rade volte addiviene ch'ella si lasci senza ditficultà per apprenderne una miglio- re.

Non molto dopo cavandosi da S. Piero in Vincola fra le mine e anticaglie del palazzo di Tito , per trovar figure , furono ritrovate alcune stanze sotterra, ricoperte tutte, e piene di grotte- schine i , di figure piccole, e di storie, con alcu- ni ornamenti di stucchi bassi: Ma non eia gran fatto, non essendo state toc- che né vedute dall' aria , la quale col tempo suo- le consumare , mediante la varietà delle stagio- ni , ogni cosa. Queste grottesche adunque che n-. Roma izsi, in fol. E chi non sa, come cosa notissima, che avendo Giovanni in testa di questa loggia, dove anco non era risoluto il Papa che fare vi si do- vesse di muraglia, dipinto per accompagnare i ve- ri della loggia alcuni balaustri , e sopra quegli un tappeto, chi non sa, dico, bisognandone un gior- no uno in fretta per il Papa che andava in Bel- vedere , che un palafreniero , il quale non sapeva il tatto , corse da lontano per levare uno di detti tappeti dipinti, e rimase ingannato?

In un altro salotto accanta a questo , dove stavano i cubicu- lari , fece KafF. Ma quest' opera ebbe poca vi- ta; perciocché Papa Paolo iV. Dipinse Giovanni i cartoni di quelle spalliere e panni da Cartoni pty camere, che poi furono tessuti di seta e d'oro in. Piero il palazzo di M. Giovanni Battista dall' Aquila , fu lavorata di stucchi 2 la mag- gior parte della facciata per mano di Giovanni, che fu tenuta cosa singolare. Rimasero sotto la volta quattro archi di brac- cia dodici l'uno ed altri sei, che non furono per allora dipinti , ma molti anni poi da Giorgio Va- sari giovinetto di diciotto anni, quando serviva il Duca Alessandro de' Medici suo primo Signore l'an- no Per finirla ardisco d'affermare, che Giovanni in questo gene- re di pitture ha passato tutti coloro che in simili cose hanno meglio imitata la natura; perciocché oltre all'altre cose, insino i fiori del snmbuco del 'finocchio e dell' altre cose minori vi sono ve- ramente stupendissimi.

Vi si vede similmente gran copia d' animali fatti nelle lunette che sono circon- date da questi festoni, ed alcuni putti che tengo- no in mano i segni degli Dei. Ma fra gli altri un leone ed un cavallo marino , per essere bellissimi scorti, sono tenuti cosa divina. Finita quest'opera veramente singolare , fece Giovanni in caste! U Mal fece Gio.

Fece anco quat- tro bandiere quadre , quando dal detto Papa Adria- no fu canonizzato Santo il Beato Antonino Arci- vescovo di Fiorenza. Uberto stato Vescovo di non so quale Città di Fiandra. De' quali sten- dardi uno , nel quale è la figura del detto S.

An- tonino, fu dato alla Chiesa di S. M-jrco di Fio- renza , dove riposa il corpo di quel Santo ; un al- tro, dentro al quale è il detto S. Piero, dove è l'alta- re di quel Santo. Intanto essendo morto Fr. Dopo essendo cessati in gran parte i travagli del Pontefice e quietate le cose di Roma, fu da Sua Santità mandato Giovanni con molte promesse a Fiorenza a fare nella sagrestia nuova di S.

Lorenzo, stata adorna d'eccellentissi- me sculture da Michelagnolo. Messo- vi dunque mano Giovanni , la condusse con l'aju- to di molti suoi uomini ottimamente a fine con bellissimi fogliami, rosoni, e altri ornamenti di stucco e d'oro: Non restava a farsi di quest' opera se non quanto avrebbe potu- to finire in quindici giorni, riandandola in certi luoghi , quando venuta la nuova della morte di Papa Clemente , venne manco a Giovanni ogni spe- rania , e di quello in particolare che da quel Pon- tefice aspettava per guiderdone di quest' opera.

Dipinse dunque a'prieghi del padre del Ca- valier Giovan Francesco di Sipilimbergo un fregio d'una sala pieno di festoni, di putti, di frutte , ed altre fantasie: Ma un giorno andando a San Paolo , fu riconosciuto da Giorgio Vasari, che in cocchio andava al medesimo perdono in com- pagnia di Messer Bindo Aitoviti suo amicissimo.

Piom- bo , la quale gli veniva negata da un Fi. Gugliel- mo scukore Genovese i che aveva quell'uffi- ci" avuto dopo la morii di Fr. Finita quest' opera , essendo Giovanni di Volle Giovanni , il quale merita di essere lodata Fu stpoito fra i maggiori della sua professione , essere sepol- vtci'to a, to nella Ritonda vicino al suo maestro Raffaello Rajj'atiio. Perchè datosi a cercare, non rimdse schizzo, boz- za o cosa, non che altro, stata ritratta da Miche- lagnolo che egli non disegnasse.

Ma venuto l'an- no Gallo per la venuta di Carlo V. Bastiano, per la quale avea ad entrare l'Imperatore. In una delle storie, che erano nelie fac- ciate de' torrioni che mett-mo in mezzo la porta, era il maggiore Scipione che trionfava di Cartagi- ne , la quale avea fatta tributaria del porolo Roma- no , e iielfaltra a man ritta era il trionfo di Sci- pione minore, che la medesima aveva rovinata e disfatta.

Ma lo s-are ostinato in una certa openione che hanno molti , i quali si fanno a crede'-e che il disegno basti a chi vuol dipignere, gli fece non piccolo danno. Quando dunque videro T opera di costoro il Salviati e Battista ed il Calavrese i" , confessarono, esser necessario, che chi vuole es- ser pittore, cominci adoperare i pennelli a buon' ora: Giovanni Agnolo Montorsoli 2: Laterano; S Pietro, S. Lorenzo fuor delle mura, e simili edifizj. Servita , e raro scultore fi vedrà più oltre in quell'opera.

Essendo poi stato morto Tanno Bastiano e da uno di Tizia- 3 Vedi nel Tom. Storia della battaglia seguita mescolata di poesia a suo capriccio , che fu molto lodata , ancorché in essa si riconoscessino nel fatto d' arme e far dei prigioni moke cose state tolte di peso dall'opere e disegni del Bonarroti ; perciocché essendo nel lontano il fatto d' arme, nel dinanzi erano i cac- ciatori di Ganimede j che stavano a mirar l'uc- cello di Giove che se ne portava il giovinetto in Cielo ; la quale parte tolse Battista dal disegno di Michelagnolo per servirsene , e mostrare che il Duca giovinetto nel mezzo de' suoi amici era per virtù di Dio salito in Cielo , o altra cosa somi- gliante.

Questa storia, dico, fu prima fatta da Bat- tista in cartone, e poi dipinta in un quadro con estrema diligenza, e oggi è con l'altre dette ope- re sue nelle sale di sopra del palazzo de'Pitti, che ha fatto ora finire del tutto sua Eccellenza Illu- strissima. Essendosi dunque Battista con queste e alcun' altre opere trattenuto al servizio del Duca, insino a che egli ebbe presa per donna la Signo- ra Donna Leonora di loledo, fu poi nell'appa- rato di quelle nozze ailoperato all' arco trionfale della 0 La favola di Ganimcle rapito dall'aquila fa anche intagliata in rame dal disegno del Bonarroti.

Dall' altra banda fece Battista in un'altra storia la Città di Milano, e in- torno a quella il campo della lega, che partendosi vi lascia il detto Signor Giovanni. Nel destro fian- co dell'arco fece in un'altra da un Iato l'Occa- sione , che avendo i capelli sciolti , con una ma- no li porge al Signor Giovanni, e dall'altra Mar- te che similmente gli porgeva la spada.

In un'al- tra storia sotto l'arco era di mano di Battista il Signor Giovanni che combatteva fra il Tesino e Biegrassa sopra Ponte Rozzo, difendendolo, quasi un altro Orazio, con incredibile bravura.

Dirim- petto a questa era la presa di Caravaggio , ed ia mezzo alla battaglia il Signor Giovanni che passa- va fra ferro e fuoco per mezzo 1' esercito nemi- co senza timore. Fra le colonne a man ritta era in un ovato Garlasso preso dal medesimo con una sola compagnia di soldati j e a man manca fra r altre,. Nel frontone che rimaneva alle spalle di chi entrava era il detto Signor Giovanni a caval- lo sotto le mura di Milano, che giostrando a sia- golar battaglia con un Cavaliere passavalo da ban- da a banda con la lancia.

Sopra la cornice mag- giore che va a trovare il fine dell' altra cornice, dove posa il frontespizio, in un'altra storia gran- de fatta da Battista con molta diligenza era nel mezzo Carlo V. Imperatore, che coronato di lauro sedeva sopra uno scoglio con lo scettro in mano, e a' piedi gli giaceva il fiume Retis con un vaso che versava da due bocche, e accanto a questo era il fiume Danubio che con sette bocche versa,- Tom, IX, D va le 50 VITA Va le sue acque nel mare.

Ma con tutto Sovir. Perchè messovi mano, vi fece a fresco S- Gio: Battista fatto pigliare da Erode e mettere in pri- D ij gione. Decollato La storu qut accennata del Salviati che rappresenta la Vifiraziuiie della Madonna è lata guafta tutta! Ma con tutto che questa pittura fosse con- dotta con molta fatica, non fu a gran pezzo tenu- ta pari a quelli del S. Finita quest'opera, che gli fu poco lodata, si condusse Battista per mezzo di j La quale invenzione sarebbe stata certamente grande occa- sione a Battista di mostrarsi valentuomo, s'egli avesse preso miglior via non solo di farsi pratico ne' colori a fresco, ma di governarsi con miglior ordine e giudizio in tutte le cose, che egli non fece.

Oltrac- chè il colorito fu senza vaghezza alcuna , e ogni cosa fatta con difficoltà e stan'ata. Enel vero per fare un bel disegno Battista non aveva pari, e si po- lca dir valentuomo. La qual cosa conoscendo quel Duca j e pensando che i suoi disegni messi in opera da coloro che lavoravano eccellentemente vasi di terra a Castel Durante , i quali si erano molto serviti delle stampe di Raffaello da Urbino e di quelle d' altri valentuomini , riuscirebbono be- nissimo, fece fare a Battista infiniti disegni, che messi in opera in quella sorta di terra gentilissi- ma sopra tutte 1' altre d Italia , riuscirono cosa rara.

Imperatore , e una al Cardinal Farnese fratello della Signora Victoria sua consorte i. Perciocché i vasi che si sono trovati di que' tem- pi i pieni delle ceneri de' loro m-'rti o in altro modo, sono pieni di figure graffiate e campite d'un colore solo in qualche parte, o nero o rosso o bianco, e non mai con lustro d'invetriato, né con quella vaghezza e varietà di pitture che si sono vedute e vejgiono a' tempi nostri.

Casa di Loreto,- e pafTano volgarmence per fatte su' disegni di RifFaello; e in ef- fetto sembrano tali , perchè le figure sono sul gufto di Raffaello e di Michelagnolo. C'edo che il Vasari prenda t'quivoco , perchè secondo la sua descrizione i vafi de'quali parla, sono E- truschi.

I vasi Romani di terra sono senza fignrt e senza essere neppure invetriati. Ma sentendosi il Vasari indisposto, fece sua scusa con Sua Eccellenza e le scrisse che non dubitasse, per- ciocché era la virtù e sapere di Battista tale, che avrebbe , come poi fu vero , a tempo finito ogni cosa.

Ma è ben vero che Bat- tista allora non era in Urbino, ma in Roma, dove attendeva a disegnare non solo le statue ma tutte le cose antiche di quella Città per farne, come fece , un gran libro i che fu opera lodevole. Mentre adunque che auendeva Battista a disegna- re in Roma, M. Giovann' Andrea e gli altri le- vare la prospettiva e gli altri ornamenti di Santo Apostolo, e condurgli in istrada Giulia nel tem- pio nuovo di S. E di qui poi ebbono origine i commedianti che vanno attorno chiamati i Zanni i.

Dopo queste cose venuto l'anno Francesco della Vigna nella cappella di Mon- signor Barbaro, eletto 5 atriarca d'Aquilea, una ta- vola a olio , nella quale dipinse S. Giovanni che battezza Cristo nel Giordano, in aria Dio Padre , a basso due putti che tengono le vestimenta di esso Cristo, e negli angoli la Nunziata; ed a pie di queste figure finse una tela soprapposta con buon numero di figure piccole e ignude, cioè d'an- geli, demoni , e anime in Purgatorio, e con un motto che dice: Jobbe in Canarejo, gli facessero fare in aci' to S.

Jobbe alla cappella di Cà Fuscari una no- stra Donna che siede col figliuolo in collo , im S. Marco da un Iato j una Santa dall'altro , ed in aria alcuni angeli che spargono fiori ; in S. Antonio del- la Vecchia Veneziano dipinse di figure in un qua- dro , grandi quanto il vivo e beliissinie , Cristo coronato di spine, ed alcuni Farisei intorno che Io scherniscono.

Intanto essendo stata col disegno di Jacopo Sansovino condotta nel palazzo di S. Mar- co come a suo luogo si dirà di muragl'a lasca- la che va dal primo piano in su, e adorna con va- rj partimenti di stucchi da Alessandro i sculto- re e creato del Sansovino , dipinse Battista per tutto grotteschine minute , ed in certi vani mag- giori buon numero di figure a fesco, che assai sono stite lodate dagli artefici; e dopo fece il pal- co del ricetto di detta scala.

Dopo le quali opere essendogli al ogato dal Patriarca Grimani una cappella in S. Agnolo in Vado , giovane e pittore ec- cellente 2 tenuto in Roma de' migliori ; il qua- le fece a fresco nelle facce dalle bande Maria Mad- dalena che si converte alla predicazione di Cristo, e ia resurrezione di Lazzaro suo fratello , che so- no mollo graziose pitture; e finite le facciate, fe- ce il medesimo nella tavola dell'altare 1' adorazio- ne de'Magi , che fu molto lodata.

Vili, nel fine della Vita del Sam- tnlchele. Nac- que nel I5r2. Ha costui alcuna volta lasciato le boz- ze per finire tanto a fatica sgrossate, che si veg- giono i colpi depenneili fatti dal caso e dalla fie- rezza piuttosto, che dal disegno e dal giudizi. Ha dipinto quasi tutte le sorte pitture a fresco , a olio ritratti di naturale, e ad ogni pregio; di maniera che con questi su;ii modi ha fatto e fa la mag- gior parte delle pitture che si fanno in Venezia. Appresso a questo Paolo Verone- se , del quale si è parlato nella vita di Michele Sammichele , fece nella sua il detto Federigo Bar- barossa , che appresentatosi alla Corte, bacia la mauo a Papa Ottaviano in pregiudizio di Papa A- lessandro Non molto dopo mancando un'altra storia in detta sa- la , fece tanto il Tintoretto con mezzi e con ami-.

Rocco, e fra questi sono alcuni ignudi molto bene intesi. Rocco piena di molto belle e graziose figure, e insommatale, ch'ella è tenuta delle migliori o- pere che abbia fatto questo pittore. A mezzo la Chiesa in una storia della medesima grandezza fece Gesù Cristo che alla Probatica piscina s? Vi si ve- de anco la barca di Caronte, ma d'una maniera tanto diversa dall'altre, che è cosa bella e strana; e se quella capricciosa invenzione fosse stata con- dotta l Criftofar.

Similmente nei portelli dell'organo di S. Maria Zebenigo fece la conversione diS. Fece poi il medesimo Tintoretto in S. Jobbe allaltare della Pietà tre Marie, S. Francesco, San Bastiano, S. Giovanni, e un pezzo di paese; e nei portelli dell' organo della Chiesa dei Servi, S. Filippo, e disotto Caino ch'uc- cide Abel suo fratello. Marco da San Cio- l Natalino ci et ro dal P. Orlandi nell' Ahecedarh Nadaiino da Murano, fu uno de' più rari allievi di Tiziano.

Marco similmente in aria, cht libera un altro suo divoto; ma non è già questa fatta con quella diligenza , che la già det- ta. Nella terza è una pioggia, e il corpo morto d'un altro divoto di S. Marco, e Tanima che se ne va in cielo ; e in questa ancora è un componimen- to d'assai ragionevoli figure. Nella quarta, dove uno spiritato si scongiura, ha finto in prospettiva una gran loggia , e in fine di quella un fuoco che la illumina con molti riverberi; e oltre alle dette storie è all'altare un S.

Marco di mano del mede- simo che è ragionevole pittura- Queste opere adunque, e molte altre che si lasciano, bastando aver fatto menzione delle migliori, sono state fat- te dal Tintoretto con tanta prestezza , che quando altri non ha pensato appena che egli abbia co- minciato, egli ha finito: Nota delT hd di Roma.

Varj altri me- defimi ftudj li conserva Ignazio Hugford già nomi- nato altre volte. Perchè idi- randosi e; n esso lui e dicendo cHe avevano chie- sto disegni e non da: Rocco ; e nel più basso sono mol- te figure, che significano ovvero rapp''esentano l'altre Scuo-e maggiori di Venezia, come la Carità, S.

Giovanni Evangelista, la Misericordia , S. Marco, e S Teodoro, facte tutte secondo la sua solita maniera. Ma perciocché troppo sareboe lunga ope- ra raccontare tutte le pitture del Tintoretto, basti aver queste cose ragionato di lui, che è vera- mente valente uomo e pittore da essere lodato. Non so se fia lo ftefTo che il P.

Orlandi appella Batrn' tn nell Ind. V de IP hd. Marco in aria sostenuto da certi angeli , e da basso una Venezia in mezzo alla Fede Speranza e Carità -la quale opera ancorché fosse bella, non fu in bontà pari alla prima. N, dell Ed di R. Egli descrisse il carattere di qaefti due luminari magni dtrlla pittura , quando erano giovani , ed egli non ave- va veduto per anco nufTuna cpcra di mano loro.

Do- po alcuni anni vide le loro opere , e ne prese nota nel girare per Italia, e quelle note furono da lui inca- lliate, dove avea parlato di loro , senza ofiervare , che non connettevano né potevano combinare con quello che aveva scritto prima di qoefli eccellentissimi valcn- tU'. Questo è falso Se il Vasari fofle ignorante, lo giudichi il lettore intelli- gente.

Jacopo con due Pelle- gnni '"'". Vedi la sua Vita preffo il Ridolfi part. Leggiadre , pronte, e brille eran le sue fgnre, il chiHro- scuro di forza, e le forme affini a quelle graziose del Parmigiamno. Ma l" elogio più grande che se gli pofj'a fare e quello fattogli dal Lintorstto , il quale soleva dire , che doveva ogni pittore avere nella sua stanza un quadro dello Schiavone.

Andreas Sclabo- nus diftus Medula. Seha' fliano , rappresenta Crijh che -oa in t. Stando adunque il Rustico con Lionardo a servendolo con ogni amorevole sommessione. Francesco; il quale, perciocché, oltre all'essere di famiglia nobile, aveva da vivere one- stamente, iacea l'arte più per suo diletto e desi- derio d'onore, che per guadagnare. Simile alla quale ne dipinse poi col tempo un' altra in un gran quadro a olio con una gnirlanda di cherubnii , che intor- no alla testa le ù diadema. Essendo poi tornata in Fiorenza la famiglia de'Medici , il liustico si fece conoscere al Cardinale Giovanni Ci per creatura di Lorenzo suo padre, e fu ricevuto con molte ca- rezze.

Ma perchè i modi della Corte non gli piace- vano ed erano contrar alla sua natura tu: Questa figura dico , per cosa piccola fu molto lodata. Non molto dopo fe- ce Gio: Francesco per lo medesimo Cardinale il modello per fare un David di bronzo simile a quel- lo di Donato, fatto al M3[: Batista fanciulletto , che fu messo nella prima sala dfl Ma- gistrato de' Consoli dell'arte di Por Santa Karia.

Per quest' opera essendo venuto in molto credito Gio: Similmente le brac- cia ignude e le gambe sono benissimo intese e appiccate alia congiunture tanto bene , che non è possibile far più; e per non dir ntilla delle n-iar. Fran- cesco, mentre conduceva di terra quest'opera, al- iri attorno che Li' -nardo da V.

Francesco col con- ,w- getto in- sigilo e buou giudizio SUO. Giovanni con le due colonne, cornici, ed insegna lell'arte de' mercatanti. Simile a questo è il Fariseo ; perciocché postasi la man destra alla barba, con atto grave si tira alquan- to addietro , mostrando stupirsi delle parole di Giovanni i.

Marco vecchio; e nonostanti tante fatiche, spese, e diligenze, ne fu male dai Conso- li e dai suoi cittadini 'imunerato: Avendosi dunque a stimar l'opera di Gio: Francesco , ed avendo egli chiamato per la parte sua Michel.

Di che dolendosi il Rustico , e dicendo agli uomi- ni del magistrato nell' udienza, che era pur cosa M. Francesco era un superbaccio ed un arrogante. Paolo a olio , piena di diverse sorte cavalli sotto i soldati di esso Santo in varie e belle attitudini e scorti ; la quale pittura insieme con molte altre cose di mano del medesimo è appresso gli eredi del già detto Piero Martelli a cui la diede.

In un quadretto dipinse una caccia piena di diversi ani- mali, che è molto bizzarra e vaga pittura, la qua- le ha oggi Lorenzo Borghini , che la tien cara, come quegli che molto si diletta del'e cose delle nostre arti. Lucia in via di S. Gallo un Cri- sto neir orto che appare a Maria Maddalena , il quale fu poi invetriato da Giovanni della Robbia, e posto a un altare nella Chiesa delle dette suore dentro a un ornamento di macigno.

E perchè aveva Gio: Il mondo è troppo buono: Perchè veggendolo un povero che spesso andava a lui per la limosina andar sempre a quel paniere, disse pensando non essere udito ; Oh Dio, se io avessi in camera quel- lo che è dentro a quel paniere, acconcerei pure i fatti miei. Francesco udendolo, poiché l'eb- be alquanto guardalo fisso, disse: Va', che sii benedetto. Tei la quale e oggi in casa di M.

A Ruberto di Filippo Lippi pittore , il quale fu suo discepolo, diede Gio: Fece il mede- simo una bellissima femmina di bronzo alta due braccia , finta per una Grazia , che si pre- meva una poppa ; ma questa non si sa dove capitasse, né in mano di cui si trovi. De' suoi ca- valli di terra con uomini sopra e sotto , simili ai già detti j ne sono molti per le case de' cittadini; i quali furono da lui, che era cortesissimo e non, come il più di simili uomini, avaro e scortese, a diversi suoi amici donati: Tanto appare diverso il peso delle medesime cose poste i'!

Giovanni, la posto sopra colonne. I o- enico Puligo d'una porchetta cotta fece una fan-: Il Roberta per conservare il ijuolo fece d' una testa di vitella con acconcime altri untatili un' incudine , che fu molto bella e lona ; come anche furono gli altri presenti , per n dire di tutti a uno a uno, di quella cena e di ohe altre che ne feciono.

Andrea , il giorno della cui festa ce'ebravano solennemente facendo una ce- na e convito, secondo i loro capitoli, bellissimo. Vedi le note si Mal- mantile cant. Venuta poi l'ora di cena, furon posti a tavola secondo le; qualità de' vestimenti: Dopo venuti i medesimi in campo con una gran colonna fasciata di trippe di vitella cotte , e quel- la disfatta , e dato il lesso di vitella e capponi e altro di che era composta, si mangiarono la basa di cacio Parmigiano, e il capitello acconcio mara- vigliosamente con intagli di capponi arrosto , fet- te di vitella , e con la cimasa di lingue.

Ma per- chè sto io a contare tutti i particolari? Bernardo Cardinale di Bib- biena, i Suppo. Giovanfrance- sco adunque non molto sodisfacendogli dopo la cac- ciata de' Medici Tanno Gli fu dato a fare ultimamen- te un cavallo di bronzo due volte grande quanto il naturale , sopra il quale doveva esser posto esso Re.

Ma checché se ne fusse ca- gione, il Re si mori prima che Topera fosse fini- ta. Aveva il detto Lorenzo alcune case fuor della porta a Sangallo ne' borghi che furono per l'assedio di Fiorenza rovinati.

Fermandosi poi quelle fab- briche l'anno Partito dall'Eremo con licenza e buona grazia del Maggiore, e andatosene alla Vernia, come quegli che ad ogni modo era tirato a essere religioso, vi stette un pezzo, seguitando il coro e conversando con que'padri. Ma né anco quella vi- ta piacendogli , dopo? Martino detl' Ordine de' Servi , persona di assai buon giudizio e costumi. Costui dunque avendo conosciuto l'ingegno del giovane, e con- siderato che poco poteva esercitarlo fra que'padri, che non fanno altro che dire pater nostri, fare fine- stre di vetro , stillare acqua , acconciare orti.

L'anno poi 1. Lorenzo si segui- t. Perchè ricordatosi il Bonarroti di Fr. Agnolo , lo propose al Papa, e Sua Santità per un suo Breve lo chiese al Generale dell'Ordine de' Servi, che gliel concedette, per non poter far' altro, e malvo- le.

In questo mentre essendo va- cato un Canonicato di S. Lorenzo di Fiorenza, Chiesa stata edificata e dotata dalla casa de' Me- dici , Fr. Agnolo, che già avea posto giù l'abi- to di Frate, l'ottenne per M. Giovanni Norchiati - suo zio eh' era in detta Chiesa cappellano. Final- mente avendo deliberato Clemente che il Bonarro- ti tornasse a Fiorenza a finire ' opere della sagre- stia e libreria di S. Ora perchè fra l'altre statue che mancava- no al finimento di quell'opera, mancavano un S.

Cosi- mo e Damiano, che dovevano mettere in mezzo la no- stra Donna, diede a fare Michelagnolo a Raffaello Montelupo il S. Damiano ed al Frate il S. Cosimo , or- dinandogli che lavorasse nelle medesime stanze, dove egli stesso avea lavorato e lavorava. Messosi dunque il Frate con grandissimo studio intorno all'opera, fece un modello grande di quella figura, che fu ritocco dal Bonarroti in molte parli , anzi fece di sua mano G ij Mi- loo VITA Michelagnolo la testa e le braccia di terra, che so- no oggi in Arezzo tenute dal Vasari fra le sue più care cose per memoria di tanio uomo.

Avendo Mi- chelagnolo finite con V ajuto del Frate e poste su le statue del Duca Lorenzo e Giuliano, essendo chia- mato dal Papa, che voleva che si desse ordine di fare di marmo la facciata di S.

E nel vero , o fosse lo s. Fornita adunque questa immagine, e andato a Roma, fu di grande aiuto a Michelagnolo nell' opera della già detta sepoltura di Giulio IL. Da Budrione tornatosene con detto mastro Zaccheria a Fiorenza nel suo convento de' Servi, fece similmente di terra e le pose in due nicchie del capitolo due figure maggiori de!

Paolo, che gli furono molto loda- te. Essendo poi mandato in Arezzo da mastro Dio- nisio allora Generale de' Servi, il quale fu poi fat- to Cardinale i da Papa Paolo ili , ed il quale si sentiva molto obbligato al Generale Angelo d'A- rezzo, che l'aveva allevato ed insegnatogli le buo- ne lettere, fece Fr.

Agnolo al detto Generale Aretino una bella sepoltura di macigno in S. Piero di quella Città con moki intagli ed alcune sta- tue, e di naturale sopra una cassa il detto Gene- rale Angelo e due putti nudi di tondo rilievo , che piagnendo spengono le faci della vita umana, con altri ornamenti che rendono molto bella quest' opera ; la quale non era anco finita del tutto, quan- do essendo chiamato a Fiorenza dai provveditori sopra r apparato che allora faceva fare il Duca.

Giunto dunque a Fiorenza fece al ponte a S. Trinità sopra una base grande, una figura d'otto braccia, che rappresentava il fiu- me Arno a giacere , il quale in atto mostrava di rallegrarsi col Pv-cno, Danubio, Biagrada, ed Ibero, fatti da altri, della venuta di Sua Maestà: In sul canto de' Carnesecchi fece il medesimo in una figura di dodici braccia Jason Duca degli Ar- gonauti. Avendo e- dificato il Sannazzaro a Margog! Cesare Mormerio ed al Sig, Conte di Lif 2 , esecutori del- suo te- stamento , che nella detta Chiesa da lui edificata e la quale doveva essere ufficiata dai detti padri , gli facessero la sua sepoltura.

Ragionandosi dun- que di farla, fu proposto dai Frati ai detti esecu- tori Fr. Vili, a Jf li Conte di L: Era della famiglia Ferrucci da Fiesole , dalla qua- le escirono molti bravi arti-fici.

Ma egli disse sempre non potere e. Fu anco opinione, che il favore del Tribolo, il quale faceva gli ornamenti di Castello, non fosse d' alcun giovamento al Frate: Properzio- accanto a un muro.

Dh Genova parti- to finalmente Fr. In su i can- ti da basso sono due piedistalli , in ciascuno de' quali è intagliata l'arme di esso Sannazzaro, e nel mezzo di questi è una lapida di braccia uno e mez- zo , nella quale è intagliato l'epitaffio, che Jacopo stesso si fece j sostenuto da dueputtini. E poi non fa bella lega quell'Apollo e quella Minerva con S. In due nicchie poi, che sono dalle bande nell' altre due facce della cappella, sono sopra due base due figure tonde di marmo ritte e di tre braccia l'una o poco più, cioè S.

Jacopo Apostolo , e S. Avendo dunque il Frate fatto mol- li ornamenti di marmo d' intorno all'altare da tut- te quattro le bande , sopra quello pose un bellissi- mo e molto ricco vaso di marmo per lo SS. Sa- cramento in mezzo a due angeli pur di marmo , grandi quanto il naturale. Intorno poi gira un partimento di pietre commesse nel marmo con bel- lo e variato andare di mischj e pietre rare, come sono serpentini, porfidi , è diaspri: Sopra questo ordine è una cornice , e sopra la cornice altri quattro pilastri iiiinori, che reggono un' altra corni- DIFR.

In quel di mezzo , che posa in sulla maggior cornice , è un Cristo di marmo che risuscita di tutto rilievo e maggior del naturale. Battista , e nelP altra è S.

Andrea e Geremia profeta. I mezzi ton- di degli archi sopra la maggior cornice, dove so- no due finestre, sono di stucchi con putti intorno, che mostrano ornare la finestra. Negli angoli sot- to la tribuna sono quattro Sibille similmente di stucco, siccome è anco lavorata tutta la volta a grottesche di varie maniere.

Sotto questa cappel- la è fabbricata una stanza sotteiranea, nella qua- le scendendo per scale di marmo , si vede in testa una cassa di marmo con due putti sopra, nella quale doveva essere posto , come credo sia stato fatto dopo la sua morte , il corpo di esso Signore Andrea Uoria: Sono le pariete di det- ta tomba tutte incrostate di marmo, e la volta la- vorata di stucchi e d'oro con molte storie de' fatti egregi del Doria; il pavimento è turto spar- tito di varie pietre mischie a corrispondenza della volta.

Giannettino della medesima famiglia. Fece di marmo due ritratti del medesimo Principe e due di Carlo V. Furono molto amici del Frate, mentre stette in Genova , Messer Cipria- no Pallavicino, il quale per essere di molto giudi- zio nelle cose delle nostre arti , ha praticato sem- pre volentieri con gli artefici più eccellenti e quel- li in ogni cosa favoriti; il Signor Abate Negro, Mess.

Giovanni da Montepulciano, ed il Sig- Prio- re di S. Piero, inteso per lettere avute da Fiorenza, che il Bandinello , mostrando aver bisogno di marmo e facendo a credere che il detto Ercole i era un marmo storpiato, l'aveva spezzato con licenza del mag- i Vedi Tom. Giovanni, la quale egli allora lavorava, se ne prese tanto sdegno, che per allora non volle altrimenti tornare a rivedere Fio- renza; parendogli che troppo fosse sopportata la prosunzione, anoganza , ed insolenza di queiruomo.

Sono le sponde alte palmi cinque, e in ciascun angolo che tutti fanno venti facce fa ornamen- to un Termine. La circonferenza del primo vaso dall'otto facce è Negli otto angoli, che di- vidono i risalti delle scale della fonte, che saghe due gradi andando ai pili ed ai fiumi, e quattro alle sponde angolari , sono otto mostri marini in diverse forme a giacere sopra certi dadi con le zampe dinanzi , che posano sopra alcune masche- re, le quali gettano acqua rix certi vasi.

I fiumi che sono in sulla sponda e i quali posano di den- tro sopra un dado tanto alto, che pare che segga- no nell'acqua, sono il Nilo con sette putti, il Te- vere circondato da una infinità di palme e trofei, r Ibero con molte vittorie di Carlo V. Nel mezzo dell'otto facce sopra un dado alto quat- tro palmi sono sopra ogni carto una Siiena con Tale e senza braccia, e sopra queste, le quali si annodano nel mezzo, sono quattio Tritoni alti ot- to palmi , i quali anch'essi con le code annodate e con le braccia reggono una gran tazza , nella quale gettano acqua quattro maschere ir-.

Finalmente nell ultima cima è una figura armata rappresentante Orione stella celeste, che ha nello scudo l'arme della Città di Messina, della quale si dice , o piuttosto si favoleggia, esse- re stata edificatrice.

E perche ella piacque molto a Messinesi , 4? Dalle parti poi, dove sono le scale tonde , è un pilo di marmo a ovato. Bel quale per due maschere che sono nei parapet- Tom. Sono pai dalle ban- de sopra due altri basamenti Scilla e Cariddi in forma di due mostri molto ben fatti con teste di cane e di furie intorno. Piero ed un S. Pao- lo , che furono due grandi e molto buone figure. Doveva anco fare in testa della maggiore un di- sto di marmo con ricchissimo ornamento d'intor- no , e sotto ciascuna delle statue degli Apostoli una storia di basso rilievo.

In sulla marina fu fatta di suo ordine la torre del fanale; e mentre che queste cose si tiravano innanzi , fece condur- re in S. Domenico per il Capitan Cicala una cap- pella , nella quale fece di marmo una nostra Don- na grande quanto il naturale, e nel chiostro della medesima Chiesa alla cappella del Sig. Fece anco condurre per lo muro di S. Agno- lo acqua per una fontana , e vi fece di sua mano un putto di marmo grande che versa in un vaso molto adorno e benissimo accomodato , che fu te- nuta beli'opeia: Don Filippo Laroca fece un putto maggiore del naturale d una certa pietra che s'usa in Messina, il qual putto, che è in mez- zo a certi mosti i e altre cose marittime, getta ac- qua in un vaso.

F'ece di marmo una statua di quat- tro braccia, cioè una S. Caterina martire molto bella, la quale fa mandata a Taurmina luogo lon- tano da Messina Furono amici di Fr. Gio; Agnolo, mentre stette in Messina, il detto Sig. Fran- cesco Scali, e M. Gran-Mastro di Rodi, che più. E nel vero so io, che quando bene non fosse stato in un certo mo- do forzato , era risoluto ripigliarlo e tornare a vi- vere da buon religioso.

Quando adunque al tem- po di Papa Paolo IV. Dopo venuto a Fiorenza , fu ricevuto e veduto dagli amici e parenti con incredibile piacere e le- tizia.

Finalmente dun- que essendo tornato a Fiorenza 1' anno Paolo di stucchi, come s'è detto di sopra , una fitto da. Quivi detta una solennissima messa, fu fatta da un di que' padri una beli' orazione in lode di Fr.

Di che avendo parlato Giorgio col Du- ca e chiestogli un luogo , sua Eccellenza disse avere pensato di accomodarne loro une , dove non Lin'io ;. Sua Eccellenza fece sapere agli uomini dell' accademia, che già aveva avuto principio ed ave- va fatta la festa di S. Luca nel detto tempio , che poiché i Monaci , per quanto intendeva, non mol- to di buona voglia li volevano in casa, non man- cherebbe di provveder loro un altro luogo. Duca a questa sua nuova accademia fu ringra- ziato da dieci de' piii vecchj ed eccellenti di quel- la.

Martino intanto discepolo del Frate, essendo da Messina venuto a Fiorenza , in pochi giorni mo- rendosi, fu sotterrato nella sepoltura detta , stata fatta dal suo maestro: E nel vero hanno le nostre arti per molte ca- gioni grand' obbligo con Fr. Giovann' Agnolo per avere loro portato infinito amore , e agli artefici di quelle parimente ; e di quanto giovamento sia stata e sia 1" accademia che quasi da lui nel mo- do che si è detto ha avuto principio , e la quale è oggi in protezione del Sig.

Ma Dio gliel perdoni. Giovann' Agnolo anni Angelico da Fiesole nel Tom. Vincenzio Casali scultore e architetto Fiorentino discepolo del? JSofa dell' Ed, di R. Mail giovinetto, che ad altro ave- va volto r animo ed a cui dispiaceva il mestie- ro di quell'aite , comecché anticamente ella fosse esercitata da persone non dico nobili, ma assai agia- te e ricche , mal volentieri in questo seguitava il volere del padre.

Giorgio , e molti altri fanciulli, che poi riuscirono valentuomini nelle loro professioni. In questo tempo essendo anco amb'due fanciulli , divennero amicissimi Francesco e Giorgio Vasari in questo modo. Ma una notizia comunicatami cortesemente dall' eruditissimo Sig. Manni fa vedere , che la cosa sra come io ho detto. Antonio da Saccone e di M. Dove postolo in casa di M. Pollaftri è nominato per uomo eli molte lettere nella Vita del Lappoli , ealtrove.

Tomo a e Quefta proposizione forse parve rtrana , com' ella sarebbe , a quello autore , onde procura di salvar- la coir eccellenza del disegnare di Baccio. Essendo poi l' anno Standosi dopo i Me- dici fuori , e con essi il detto Cardinale di Corto- na, Antonio Vasari ricondusse il figliuolo in Arez- zo con non poco dispiacere di lui e di France-: Giorgio tutti e tre in bottega di Raffaello del Brescia i pittore ; appresso al quale tcce Fran- Tom.

IX, I Cesco nato pochi verrt addietro, e nel Tom. Fece ai Monaci neri di Badia tre piccole storie in un tabernacolo del Sagramento stato fatto dal Tasso intagliatore a uso d' arco trionfale , in una delle quali è il sa- crificio d'Abramo , nella seconda la Manna , e nel- la terza gli Ebrei che nel partire d' Egitto man- giano l'Agnel pasquale: Non molto do- po essendo a Benvenuto dalla Volpaja maestro di orinoli, il quale allora si trovava in Roma , chie- sto dal Cardinale Salviati il vecchio un giovane pittore, il quale stesse appresso di se e gli faces- se i Qoeft' opera è smarrita.

Cagnino Gonzaga ed esso Signore parimente. Avendo dunque Jacopone sopraddetto dato al- cune stanze a Giorgio dietro a S. Spirito e vici- ne a Francesco , attesero tutta quella vernata ani- bidue di compagnia con molto profitto alle cose dell' arte , non lasciando né in palazzo né in al- tra parte di Roma cosa alcuna notabile, la qua- le non disegnassero: Essendo poi dal Cardinale Salviati ordinato a Francesco che dipingesse a fresco nella cappella del suo palazzo , dove ogni mattina udiva messa, alcune storie della vita di S.

Giovanni Battista , si diede Francesco a studiare ignudi di naturale, e Giorgio con esso lui, in una stufa quivi vicina: Maria della Pace in una nicchia a fre- sco un Cristo che parla a S. Ritrasse ne' medesimi tempi il detto M. Francesco a Ripa una bellissima ta- vola a olio d' una Nunziata, che fu condotta con grandissima diligenza-.

Neil' andata di Carlo V. Dopo es- sendo il medesimo fatto Duca di Castro, nel fare la prima entrata fu fatto con ordine di Francesco un bellissimo e ricco apparato in quella Città , e un arco alla porta tutto pieno di storie e di figu- re e statue fatte con molto giudizio da valentuo- mini, e in particolare da Alessandro detto Schera- no scultore da Settignano. Avendo ne' medesimi tempi Giulio Camillo 2 , che allora si trovava in Roma, fatto un libro di sue composizioni per mandarlo al Re Francesco di Francia , lo fece tutto storiare a Francesco Salvia- ti , che vi mise quanta più diligenza è possibile mettere in simile opera.

Damiano da Bergamo converso di S. Venendo dunque a Fiorenza, dove fu con molta festa ricevuto dai parenti e dagli amici, s'abbattè appunto a esser- vi, quando si faceva l'apparato per le nozze del Duca Cosfmo e della Signora Donna Leonora di Toledo: Michele in Bosco, dove tenne seco Francesco due giorni: Trovo poi che il Cellini a e.

Vili a e , non trovo chi lo nomini. Querto pittore, come molti altri senza numero, manca nell Abeceiano Pittorico. N dell' Ed di B. Parimente in una tavo- la che fece alle Monache del Corpus Domini in Veneiia dipinse con molta diligenza un Cristo morto con le Marie, ed un Angelo in aria che ha i mister della Passione in mano.

Fece il ritratto di M. Pietro Aretino 2 , che , come cosa rara , fu da quel poeta mandato al Re Francesco con alcuni versi in lode di chi l' aveva dipinto. Francesco da Bagno loro confessore una tavola con molte figure, che è nella Chiesa di quel monasterio, veramente bel- lissima. Giovanni Gad- ma, di pittura di Venezia , ma è certamente delie più belle ; e meritano lode gli tccellentissiwi Sigg.

Maria Formosa , e che sembrano fatte di pochi giorni. Coit la morte crudele fion avesse troncata in questi giorni colla vita di S. Da una banda f-'ce S. Stefano e dall' altra S. Giorgio in due nicchie , da basso fe- ce S.

Giovanni hmosinario che dà la limosina a un poverello nudo e hi accanto la Carità, e dall'al- tro lato S. Alberto Frate Carmelitano in mezzo al- la Loica e alla Prudenza ; e nella tavola grande fece ultimamente a fresco Cristo morto con le Ma- rie 2.

Avendo Francesco fatto amicizia con Pie- ro di Marcone orefice Fiorentino e divenutogli compare, fece alla comare e moglie di esso Piero dopo il parto un presente d'un bellissimo dise- gno per dipignerlo in un di que' tondi. Alamanno fratello del Cardinale e zio del Du- ca a tornarsene a Fiorenza: Si dà notizia citando l'Ave- roldi, che ha fatto un libro intitolato Le Pitture scel- ti!

Il sopraddetto quadro di nostra Donna essendo , finito che fu , in botte- ga del Tasso intagliatore di legname ed allora ar- chitettore di palazzo, fu veduto da molti e lodato infinitamente. Ma quello che anco più lo fece te- nere pittura rara , si fu che il Tasso , il quale so- leva biasimare quasi ogni cosa , la lodava senza fine ; e che fu più , disse a M. Pierfrancesco fi majordomo che sarebbe stato ottimamente fatto , che il Duca avesse dato da lavorare a Francesco alcuna cosa d' importanza; il quale M.

Nella faccia, dove è la porta per la quale si entra nel salotto, rimanea- no due vani grandi divisi dalla porta; dirimpet- to a questa , dove sono le tre finestre che guar- dano l Pierfrancesco de' Ricci , nominato altrove in quefl: Nella testa che è man ritta entrando , dove sono due fine- stre che rispondono slmilmente in piazza da un al- tro Iato , erano tre vani simili , cioè di tre brac- cia in circa ; e nella testa che è a man manca di- rimpetto a questa, essendola porta di marmo che entra nella cappella ed una finestra con una gra- ta di bronzo , non rimaneva se.

In Tftoùe di- questa facciata adun']ue. Nella facciata maggiore, dove so- no due gran vani divisi dalla porta principale, fe- ce due storie grandi e bellissime: Marte armato, e sotto quello una figura ignuda fin- ta per un Gallo conia cresta in capo simile a quel- la de' galli naturali, e in un' altra nicchia Diana succinta di pelle, che si cava una freccia del tur- casso e con un cane.

Ne' due canti di verso l'altre due facciate sono due Tempi, uno che ag- giusta i pesi con le bilance, e i' ahro che tempra versando 1' acqua di due vasi l'uno nell'altro. Neil' ultima facciata dirimpetto alla cappella , la quale volta a tramontana , è da un canto a man ritta.

Nella prima è un soldato nudo caduto in ter- ra e trapaffato da una lancia, il cui torso è eccellen- temente di? Sopra le finestre è un fregio tutto pieno di bellissimi ignudi grandi quanto il vivo e in diverse forme e attitudini con aku- re storie similmente de' fatti di Cammillo, e di- rimpetto alla Pace che arde l'arme è il fiume Arno, che avendo un comodi dovizia abbondantissimo , scuo- pre alzando con una mano un panno una Fio- renzaj e la grandezza de' suoi Pontefici , e gli Eroi di casa Medici.

Mise Francesco in fare quest' opera tutta que!! Ma ha finalmente troppa forza la vi'tù ed il vero. Lelio Torelli , di M. Pasquino Bertini , e d' altri amici suoi , egli si sarebbe levato dinanzi a costoro ; il che era appunto quello che eglino desideravano. E per accompagnare ogni cosa fece fare ii Du- ca di nuovo due finestre di vetro con i'impiese ed arme sue e di Carlo V.

Dopo questa fece Francesco per Sua Ec- cellenza il palco del salotto ove si mangia il ver- no , con molte imprese e figurine a tempera, ed un bellissimo scrittojo che risponde sopra la came- ra verde. De nato Acciajoii Cavalier di Rodi , col quale tcnae sem- pre singoiar dimestichezza , fece certi quadretti che sono bellissimi.

Tommaso, il quale non credeva che fosse nuovamente risuscitato, i luo- ghi delle piaghe e ferite che aveva ricevute dai Giudei; la quale tavola fu da Tommaso Guadagni condotta in Francia e posta in una Chiesa di Lio- ne alla cappella de"' Fiorentini. Fece anco un bellis- simo quadro di nostra Donna pur a olio, che è oggi in camera di Messer Alessandro figliuolo di Messer Ottaviano de'iMedici. Fece il medesimo avanti che partisse di Fiorenza il ritratto del già detto M.

Lelio Torelli, e alcune altre cose di non molta importanza , deW le quali non so i particolari. Ma fra 1' altre cose , diede fine a una carta, la quale aveva disegnata molto prima in Roma, della conversion di S.

Pao- lo, che è bellissima, la quale fece intagliare in ra- me da Enea Vico da Parma in Fiorenza: Giorgio, nella qua- 1 Pierfrancesco Ricci maggiordomo di Ccfimo I. Giovanni , nelle quali sebbene non aveva passato Francesco , si era portato benissimo , dove avevano fatto alcune altre cose Battista Fran- co Veneziano e Pirro Ligorio i , fece Francesco in questa parte, che è appunto a canto all'altra sua storia della Visitazione, la Natività di esso S.

Parimente in testa di detta Compagnia fece per M. Bartolommeo Bussoti 2 due figure in fresco, cioè Sant'Andrea e S. Pietro , tece Francesco alcune storie di chiaro- scuro molto belle: Giovanni sono ftati ritoccaci. Dipinse a fresco nel refettorio di S. Salvatore del Lauro a Monte Giordano , nella facciata principale le nozze di Ca- na Galilea, nelle quali fece Gesù Cristo dell'acqua vino, con gran numero di figure; e dalle bande alcuni Santi e Papa Eugenio iV.

Giorgio che ammazza il serpente, la quale ope- ra condusse con molta pratica , finezza, e vaghez- za di colori. Dipinse Francesco al Signor Ranuc- cio Cardinale Sant' Agnolo di casa Farnese nel salotto che è dinanzi alla maggior sala del palaz- zo de' Farnesi due facciate con bellissimo capric- P! Farnese, che da il basto- ne della Chiesa al Sig. Pier Luigi, mentre si vede venire da lontano Carlo V.

Imperatore accompa- gnato da Alessandro Cardinal Farnese e da altri Signori ritratti di naturale: Ma è ben vero che quest'opera non fu del tutto finita da lui , ma da Taddeo Zucchero da Sant' Agnolo , come si di- rà a suo luogo. Diede proporzione e fine alla cap- pella del Popolo che già Fr. Bastiano nella Vira sua. E' una storia molto ben composta, grazio- sa, e tanto piena d'invenzione, quanto altra che si possa vedere.

In un altro quadro è la morte di Uria, in uno l'Arca, a cui vanno molti suoni in- nanzi , e insomma dopo alcune altre una battaglia che fa David con i suoi nimici molto ben com- posta ; e per dirlo brevemente, 1' opera di questa sala è tutta piena di grazia e di bellissime fanta- sie e di molte capricciose ed ingegnose inven- zioni. Lo spartimento è fatto con molte conside- razioni e il colorito è vaghissimo ; e per dire il vero , sentendosi Francesco gagliardo e copioso d' invenzione , e avendo la mano ubbidiente all'in- ' gegno , avrebbe voluto sempre avere opere gran- di e straordinarie alle mani: Dopo queste opere avendo Andrea Tassini a mandar un pittore al Rq di Francia, ed avendo l'anno Perché aspettando ognuno da lui qualche gran cosa, fu dal Cardinale di Lorena che là l'ave- va condotto messo a fare alcune pitture in un suo palazzo a Dampiera: Ma checché se ne fosse cagione, non gli furono cotali opere mol- to lodate.

Oltre di questo non vi fu mai France- sco molto amato, per esser di natura tutto contra- ria a quella degH uomini di quel paese ; essendo che , quanto vi sono avuti car.

In ultimo essendo quel Re occupato in alcune guerre, e parimente il Cardinale, e mancando le provvisioni e promesse, si risolvè Francesco, do- po essere stato là venti mesi, a ritornarsene in Italia. Morto Papa Paolo IV. Mh per tornare alla tavola, non fu si tosto partito Giorgio dal Papa, che l'ebbe manda- ta: Perchè andando a far riverenza al 'Duca, fu veduto con bonissima cera da Sua Eccellenza: Ma Francesco guidato dal senso , dalla collera , e dal desiderio di vendicarsi , si risolvette volere tornare a Roma ad ogni modo fra pochi giorni.

Alamanno, e al det- to M. A un suo crea- e-. Dava alle sue teste di tutte le manie- re. Era il Salviaii amorevole di natura , ma sospettoso, facile a credere ogni cosa , acuto, sottile, e penetrativo,- e quando si metteva a ra- Suoi coftu- giotiare d'alcuni delle nostre arti o per burla o vn.

Piacevagli il praticare con persone letterate e con grand uomini , ed ebbe sempre in odio gli artefici plebei , ancorché fussi- no in alcuna cosa virtuosi. Fuggiva certi che sem- pre dicono male , e quando si veniva a ragiona- mento di. Usava alcuna volta per me- no essere offeso dalla malinconiaj trovarsi con gli amici e far forza di star allegro.

Fu suo creato ancora Roviale Siivi allievi. Spagnuolo, che fece moke opere seco ; e da se nel- la Chiesa di Santo Spirito di Roma una tavola , dentrovi la conversione di S.

Della qual sorte di lavoro fece un' armadura intera e bellissima da fante a pie al Duca Alessandro de' Medici ; e fra molte altre medaglie che fece il medesimo, quelle furono di sua mano e molto belle, che con la testa del detto Duca Alessandro furono poste ne' fondamenti della fprtezza della porta a Faen- za insieme con altre, nelle quali era da un lato la testa di Papa Clemente VII.

Di- spiacendo adunque a Francesco 1' arte dell' orefi- ce , e non potendo attendere alla scultura, che ha bisogno di troppe cose , si diede avendo buon di- segno alla pittura: Onde con questa occasione vedendo co- stui il modo di fare del Salviati, si diede con mol- to più studio, che insino allora fatto non aveva. Sue pitture, alla pittura, e condusse in un quadro molto bello una conversione di S. Paolo, la quale oggi è ap- presso Guglielmo del Tovaglia; e dopo in un quadro della medesima grandezza j dipinse le ser- pi che piovono addosso al popolo Ebreo ; in un altro fece Gesù Cristo che cava i Santi Padri del Limbo: Fu allie- vo di Francesco Salviati Giuseppe Porta da Ca- stelnuovo della Garfagnana ij , che fu chiamato aneti' egli per rispetto del suo maestro Giuseppe Salviati.

Costui giovanetto, l'anno An- dato poi col suo maestro a Ven. In sul campo di S. Stefano dipinse già l Il P, Orlandi àice: Vedi il Vasari nel Tom.

Dipinse similmente a S. Rocco , che tt. Tre altre facciate di chiaroscu- ro ha fatto molto grandi, piene di varie storie, una a S. A Pie- ve di Sacco ha fatto una facciata molto bella , ed a Bagnuolo, luogo de' Frati di Santo Spirito di Venezia, ha dipinto una tavola a olio; ed ai mede- simi padri ha fatto nel Convento di Santo Spirito il palco ovvero soffittato del loro refettorio con uno spartimento pieno di quadri dipinti , e nella testa principale un bellissimo cenacolo.

Zac- cheria , e la sesta a San Moisè; e due n' ha tatto a Murano che sono belle e fatte con molta dili- genza e bella maniera. Marchese Poleni , e inserita nelle sue Esercitazioni Vitiuviane. D, i68 VITA serviva poco l'ingegno e la mano; onde nelle sue prime opere che fece in Volterra si conosce una grandissima, anzi infinita fatica , ma non già prin- cipio di bella e gran maniera né vaghezza né grazia né invenzione , come si è veduto a buon ora in molti altri, che sono nati per essere dipin- tori , i quali hanno mostro anco ne'primi principi facilità , fierezza , e saggio di qualche buona ma- niera: Avendo fatto Ferino innanzi al sacco di Roma, come s'è detto, alla cappella del Crocifisso di San Marcello nella volta la crea- zione di Adamo ed Eva grandi quanto il vivo, e molto maggiori due Evangelisti, cioè San Giovan- ni e San Marco, e anco non finiti del tutto , per- chè la figura del San Giovanni mancava dal mez- zo in su , gli uomini di quella Compagnia si risol- verono , quando poi furono quietate le cose di Roma , che il medesimo Ferino finisse queir ope- ra.

Dopo avendo il medesimo Pelino dato a fare a Daniello un fregio nella sala del palazzo di M. Cappella Onde Daniello mettendo ogni storzo e diligenza per etra Trini- fare un' opera rara , la quale lo facesse conoscere th b'. Sono similmente belli e difficili scort. Neil' arco sopra la tavola dipinse a fresco due sibille, che sono le migliori figure di tutta quell'opera: Quefto disegno fu da Jacopo Stella cele- bre pittore Francese portato in Francia dall' Italia, dove era dimorato molto tempo.

El- la è disegnata con tanta eccellenza e tanto piena di figure e di difficoltà, con averle superate e acconce tan- to eccellentemente , che molti credono, non senza fon- damento , che vi abbia avuto mano Michelagnolo. Ve- ro è, che nel colore ha molto patito, e poco ve n' è che fia vergine. Il Ri- chardson Tom. Nella prima è quando avanti la passione del Salvatore sono fabbricate tre croci , nella seconda quando S. Ele- na comanda ad alcuni Ebrei che le insegnino le dette croci , nella terza quando non volendo essi insegnarle, ella fa mettere in un pozzo colui che le sapeva, e nella quarta quando colui insegna il luogo, dove tutte e tre erano sotterrate: Nelle facce dalle ban- de sono altre quattro storie, cioè due per faccia, e ciascuna è divisa dalla cornice che fa l' imposta dell' arco , sopra cui posa la crociera della volta di detta cappella.

In una è S. Elena che fa cava- re d'un pozzo la Croce santa e l'altre due: Neil' altro quadro, che a questo è dirimpetto, dipinse Eraclio Imperadore , il quale scalzo a piedi e in camicia messe la Croce di Cristo nella porta di Roma i , dove sono femmine, uomini, e putii ginec- ei Non so quel che voglia dire: Sotto per basamento sono per ciascuna due femmine di chia- roscuro e fatte di marmo molto belle, le quali mostrano di reggere dette storie; e sotto l'arco primo della parte dinanzi fece nel piano per lo ritto due figure grandi quanto il vivo, un S.

Fran- cesco di Paola capo di quell' Ordine che ufizia la detta Chiesa, e un San Jeronimo vestito da Car- dinale , che sono due bonissime figure, siccome anche sono quelle di tutta 1' opera , la quale con- dusse Daniello in sette anni e con fatiche e stu- dio inestimabile.

Ma perchè le pitture che son fatte per questa via hanno sempre del duro e del difficile, manca quest' opera d' una certa leg- giadra facilità che suole molto dilettare.

Ba- stiano del Piombo V opere de' quali andava imi- tando e osservando i precetti , sebbene faceva ada- gio e con istento , nondimeno il suo imitare quei due uomini poteva bastare a difenderlo da i morsi degl' invidiosi e maligni ; la mala natura de'qua- li è forza, ancorché loro non paja, che si scuopra.

VITA re di satiri, che a una stadera pesano gambe , brac- cia , e altre membra di figure, per ridurre al net- to quelle che sono a giusto peso e stanno be- ne , e per dare le cattive a Michelagnolo e a Fr. Bastiano, che le vanno conferendo. L'altro bafTorilievo non v' è più. Essendo poi r anno Essendo poi stato creato Pontefice l'anno Fece Daniello nella Chiesa di S. Agostino a fresco in una cap- pella in figure grandi quanto il naturale una S.

Elena che fa ritrovare la Croce, e dalle ban- de in due nicchie S. Llena Orsina j nella quale tatto uno sparti- mento di stucchi , fece con suoi cartoni dipignere di storie della Vergine la volta da Marco da Siena 2 , Tom. E' nominato nel Tom. Di fuori negli angoli fece due fi- guroni , e sotto ne' pilastri due profeti. Vedi Tom i pag.

Sepolcro , donde era Cherubino del medefimo casato; ma non so se fofTe della medesima f miglia. Nata delV Ld, di Roma. Gio- vanni foce un Cristo morto con le Marie, ed in tela per mandare in Francia Enea , che spoglian- dosi per 'andare a dormire con Dido , è soprag- giunto da Mercurio , che mostra di parlargli nella maniera che si legge ne' versi di Vergilio. Al me-, desimo fece in un altro quadro, pure a olio, un bellissimo S.

gros cul nue escort st maxime

: Gros cul nue escort st maxime

Gros cul nue escort st maxime 806
Gros cul nue escort st maxime Echangiste amateur escort girl a angers
BEAUTE PORNO ESCORTE A CHOLET Rêves pornosDir. Rosalie, ou la debauche d'une adolescente alternative title for Rosalie se découvre. Negli angoli sot- to la tribuna sono quattro Sibille similmente di stucco, siccome è anco lavorata tutta la volta a grottesche di varie maniere. Rocco's True Anal Stories 19Dir. Certo, gli antiberlusconiani viscerali insinuano cul femme massage erotique beziers lo scalpo di Silvio è artificiale e farlocco, una mirabolante "trovata scenica" per sembrare più giovanile e dinamico al femme a bite escort martigues di attrarre l'elettorato moderato. Come branlette amateur escort girl bourgoin jallieu visto, lui non si scompone e risponde sempre con tranquillità, purché si tratti di obiezioni e non di cagnara polemica. Ma né anco quella vi- ta piacendoglidopo?
Gros cul nue escort st maxime Photo lesbienne massage erotique nevers
Portelli da Loro i di Valdarno di sopra, di ma- no del quale sono in Fiorenza alcune tavole ed infiniti quadri, in S. Gli svizzeri sostengono e finanziano i loro contadini, specie quelli di montagna, dovremmo farlo anche noi, il settore dovrebbe essere protetto dall'Unesco altro che quote latte, io la Merkel la prenderei a calci. Il problema della teodicea per me si risolve molto semplicemente rispondendo in questo modo: Ma né anco quella vi- ta piacendoglidopo? OK Lasciamo perdere allora le diverse opinioni e vediamo le dichiarazioni del prode Ungherese. I Racconti immorali di Sheila c. Avendo commesso un errore e accorgendomene, mi rimbrottai dicendomi:

3 thoughts on “Gros cul nue escort st maxime

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *